Sciaffusa, «Un'inondazione così accade solo una volta ogni 300 anni»

Di Gil Bieler

16.7.2021

Hochwasser in Schleitheim SH

Hochwasser in Schleitheim SH

Flutwellen sind am Donnerstagabend durch das Schaffhauser Dorf Schleitheim gerauscht. Der Dorfbach war über die Ufer getreten. Verletzt wurde glücklicherweise niemand.

16.07.2021

Immense onde di piena hanno attraversato giovedì sera il villaggio di Schleitheim, nel canton Sciaffusa. Fortunatamente, nessuno è rimasto ferito. Un miracolo? Non proprio, come spiega a «blue News» il sindaco Urs Fischer.

Di Gil Bieler

16.7.2021

Dalla voce di Urs Fischer non si può dire che abbia avuto una notte serena. Il sindaco di Schleitheim è rimasto in piedi fino alle 4 del mattino per lottare contro le conseguenze dell'inondazione. Due ore di sonno e poi di nuovo in piedi dal primo mattino. «C'è ancora molto da fare», dice quando «blue News» lo raggiunge sul suo cellulare.

Una quantità inimmaginabile di acqua ha attraversato giovedì il villaggio nel nord del cantone Sciaffusa. E ha spazzato via tutto ciò che non era ancorato: container da costruzione, alberi, auto, persino una roulotte. «Tutto ciò che era fuori è sparito», dice Fischer. Non è stato l'evento del secolo: «Un'inondazione come questa probabilmente accade solo una volta ogni 300 anni».

Sorprendentemente, nessuno è rimasto ferito dall'acqua. Una persona ha subito uno shock e un vigile del fuoco è stato morso da un cane durante l'operazione di salvataggio, riferisce la polizia di Sciaffusa. Alla luce degli orribili resoconti dalla Germania, dove le inondazioni hanno provocato la morte di più di 100 persone, ci si chiede: come ha potuto Schleitheim cavarsela così a buon mercato?

Fischer pensa che i due eventi non possano essere paragonati tra loro. «Nessun edificio è crollato nel nostro paese, e nessuno ha dovuto passare la notte fuori dalle proprie quattro mura». Fischer poi ammette anche che sa troppo poco della situazione nelle zone disastrate della Germania. Ma sa cosa è stato fatto bene nella sua comunità di 1.700 persone.

L'acqua è arrivata più forte del previsto

Da un lato, la gente del villaggio era consapevole del rischio rappresentato dal torrente. A causa della notevole quantità di pioggia degli ultimi giorni e del terreno saturo, non era improbabile che avrebbe rotto gli argini. «Ma siamo sorpresi dalla violenza e dalla velocità con cui l'acqua è arrivata».

Erano passate da poco le 19 di giovedì sera quando le paure sono diventate realtà. Emergenza. «Da quel momento in poi, si poteva vedere l'acqua salire ogni minuto», dice Fischer. Appena mezz'ora più tardi, le strade del villaggio erano di mezzo metro sott'acqua. E i 50 centimetri di altezza sono ben lontani dal livello massimo raggiunto: «Nei punti più critici abbiamo misurato un livello d'acqua di 1,70 metri contro gli edifici».

Cosa possono fare i vigili del fuoco e le autorità in una tale situazione? Una volta che il diluvio è arrivato, non c'è semplicemente più nulla che si possa fare. Ma prima di questo: avvertire. «Quando l'acqua si è alzata, abbiamo seguito il corso del torrente attraverso il villaggio e abbiamo invitato la gente a non andare in mezzo alla corrente per salvare delle cose», dice Fischer. Fortunatamente, i residenti hanno agito in modo responsabile e hanno seguito i consigli delle autorità.

Per prima cosa si cerca naturalmente di mettere in sicurezza gli edifici con sacchi di sabbia e barriere, «ma con tali masse d'acqua non si ha alcuna possibilità».

Imparare dal passato

Un altro effetto positivo è stato che la cooperazione tra i servizi di emergenza ha funzionato molto bene. Poiché i torrenti sono scoppiati contemporaneamente anche in altri comuni, il nucleo cantonale per la gestione delle emergenze si è attivato alle 19:21. Il gruppo coordina le operazioni dei vigili del fuoco nel cantone durante i grandi eventi. Solo a Schleitheim e nella vicina Beggingen sono stati impiegati più di 120 pompieri.

Il comune ha anche imparato dal passato. Soprattutto dopo un'inondazione nel 2016, le autorità hanno investito molto nella protezione dalle inondazioni, dice Fischer. Solo una quindicina di giorni fa, la popolazione è stata informata della prevista ristrutturazione delle mura lungo il torrente, che hanno anche una funzione di protezione. «Questo dovrebbe preparare la comunità a un'inondazione del secolo».

La polizia di Sciaffusa ha ricevuto segnalazioni di circa 50 danni solo a Beggingen e Schleitheim, soprattutto per cantine e garage allagati, secondo la portavoce della polizia Cindy Beer. Il pompaggio dell'acqua ha richiesto tutta la notte. Il prossimo passo è rimuovere il fango e liberare le strade. Non è ancora chiaro dove sia la roulotte che è stata spazzata via: «Non è ancora riapparsa».

Anche Fischer deve andare avanti, a Schleitheim è tempo di fare pulizia. «Ciò che ci avvantaggia è la coesione. Siamo una comunità rurale e la gente si aiuta a vicenda». Ora vede dei vicini che affrontano il disastro insieme, da cui non se lo sarebbe aspettato. «Sono molto felice di questo».

Land unter in Beggingen SH

Land unter in Beggingen SH

In Beggingen und weiteren Schaffhauser Gemeinden sind am Donnerstagabend Bäche über die Ufer getreten. Die Aufnahmen zeigen das Ausmass der Fluten.

16.07.2021