Le scuole riprendono, ma con soluzioni diverse nei vari cantoni

ATS

30.4.2020 - 17:47

Per ora gli allievi restano a casa
Source: KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT

All'indomani dell'annuncio del Consiglio federale sulle modalità di riapertura delle scuole, diversi cantoni hanno annunciato oggi le loro strategie, che non sono unanimi. Anche le decisioni sulla tenuta degli esami di maturità non sono uniformi.

Una panoramica sui 19 cantoni che oggi hanno comunicato in merito permette di constatare che i latini sono generalmente più prudenti degli svizzero tedeschi. Ticino, Ginevra, Vaud, Neuchâtel e Giura inizieranno con mezze classi alla volta. La durata di tale periodo non è però uniforme.

In Svizzera tedesca, anche Zurigo, San Gallo e Berna iniziano con le mezze classi. I primi due per quattro settimane, Berna per soli due giorni. Argovia, Basilea, Grigioni, Glarona e Sciaffusa cominceranno invece fin da subito a pieno regime.

Divergenze anche per quel che concerne la maturità

Tutti i Cantoni affermano di soddisfare i requisiti dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). La maggior parte di loro, nonché l'associazione degli insegnanti, ritiene però che tali disposizioni non siano state formulate in modo sufficientemente dettagliato o non siano adatte all'applicazione pratica.

Come detto, divergenze ci sono anche per quel che concerne gli esami di maturità: Basilea Città, Zurigo, Berna, Berna, Soletta, Ginevra, Giura, Vaud e Vallese li hanno soppressi. La valutazione terrà unicamente conto dei voti ottenuti durante l'anno.

Esami scritti invece a Argovia, San Gallo, Obvaldo, Grigioni, Svitto, Friburgo e Lucerna. Ieri il Consiglio federale aveva dato facoltà ai cantoni che lo desiderano di rinunciare, oltre alle prove orali di maturità, anche a quelle scritte.

Le immagini del giorno

Tornare alla home page

ATS