Trasporti, dono organi e tabacco alle Camere federali

cp, ats

20.9.2021 - 08:00

In Svizzera mancano organi da trapiantare, un problema al quale il parlamento vuole ovviare mediante una modifica della legge in materia.
Keystone

Riprendono oggi pomeriggio i lavori alle Camere federali. Al Consiglio nazionale (14.30-19.00), dopo l'Ora delle domande, i deputati dovranno eliminare le ultime divergenze in merito al sostegno alle energie pulite che scadono dopo il 2022.

cp, ats

20.9.2021 - 08:00

Il plenum, dopo il Consiglio degli Stati, dovrà anche esaminare la legge per la realizzazione della metropolitana per le merci sotto l'Altopiano. La normativa materia istituisce il quadro giuridico per realizzare e gestire un'opera di questo tipo, da più parti definita visionaria.

Sempre in tema di traffico ferroviario, la Camera del popolo dovrebbe approvare il credito per il traffico regionale dei viaggiatori per il periodo 2022-2025. La Commissione proporrà di fissare a 4,35 miliardi di franchi i mezzi destinati a tale scopo. Due minoranze, una di sinistra e una di destra, proporranno rispettivamente di aumentare e diminuire questa somma, che in ogni rimarrà al di sopra dei 4 miliardi.

Favorire la donazione di organi

Il Consiglio degli Stati (15.15-20.00) si occuperà invece all'inizio della giornata dell'iniziativa che intende favorire la donazione di organi e del controprogetto, già accolto dal Nazionale.

In Svizzera mancano organi e donatori. Per porvi rimedio il Consiglio federale, in risposta all'iniziativa, ha proposto un cambiamento di paradigma: chi non intende donare i propri organi dopo la morte dovrà dichiararlo formalmente quando è ancora in vita. In mancanza di una dichiarazione, la facoltà di prendere una decisione andrà conferita agli stretti congiunti o a una persona di fiducia.

Consenso presunto in senso lato

La commissione preparatoria crede che tale modello del consenso presunto in senso lato possa ridurre la discrepanza tra il sostegno generalmente elevato accordato alla donazione di organi e il tasso di donazione effettivo. Con l'attuale modello del consenso non è infatti stato possibile trovare un numero sufficiente di donatori, malgrado il fatto che nei sondaggi la maggioranza della popolazione si è dichiarata fondamentalmente a favore della donazione di organi.

Nella deliberazione di dettaglio, la commissione si è allineata su tutti i punti al Nazionale, ad eccezione delle disposizioni sul registro delle donazioni. Una minoranza chiederà di non entrare in materia sul controprogetto indiretto. A suo parere, lo Stato non dovrebbe avere la facoltà di rendere donatori di organi tutti coloro che non fanno valere attivamente il loro diritto all'integrità fisica.

Per quel che concerne l'iniziativa popolare, la Commissione propone, con 10 voti a 1, di bocciarla. Il testo chiede di sancire nella Costituzione il modello del consenso presunto in senso stretto, allo scopo di aumentare il numero di donazioni. Attualmente, la donazione è considerata unicamente se la persona deceduta ha dato il suo consenso in vita.

Tabacco, ultime divergenze

Il plenum ritornerà a parlare, a livello di divergenze, di prodotti del tabacco e pubblicità. Per il Nazionale le sigarette al mentolo vanno vietate, mentre la competenza di stabilire le sostanze proibite spetta al Consiglio federale.

Nel frattempo, i due rami del Parlamento hanno eliminato diverse differenze riguardanti l'autorizzazione di usare la sigaretta elettronica, sulla distribuzione gratuita che sarà vietata non solo per prodotti del tabacco destinati a essere fumati ma anche per le sigarette elettroniche, sulla possibilità concessa ai Cantoni di emanare prescrizioni più rigorose in materia di pubblicità, nonché sulla promozione e la sponsorizzazione.

cp, ats