Uno svizzero su tre è stressato: ecco le cause di questo malessere

tsha

7.5.2019

Le nuove tecnologie non sono le sole responsabili: un numero crescente di svizzeri si dice stressato.
Keystone

Secondo le conclusioni di uno studio, molti svizzeri sono sempre o spesso colpiti da stress. Ciò a causa soprattutto di un fattore.

Gli svizzeri sono stressati. Secondo uno studio (in francese) di Svizzera Turismo, il 4% dei cittadini elvetici lo è sempre o quasi sempre, e il 27% lo è spesso. Mentre il 45% afferma di esserlo a volte.

Nell'ambito di questa analisi sono state intervistate 5'340 persone, tra cui 2'000 svizzeri, nonché cittadini di Francia, Germania, Regno Unito e Paesi Bassi (800 per Paese). Il risultato: soltanto i tedeschi risultano ancor più stressati degli svizzeri; gli olandesi, al contrario, conducono una vita più rilassata.

Molte delle persone interpellate soffre di stress. 

La ragione principale dello stress nel nostro Paese è il lavoro. Infatti, il 29% degli svizzeri si dichiara spesso affaticato dalle esigenze della vita professionale alle quali occorre far fronte. Una situazione che il 46% dei partecipanti ritiene a volte insopportabile.

Non sorprende, di conseguenza, il fatto che il 56% degli svizzeri consideri il carico di lavoro troppo elevato. A titolo di paragone, in Francia soltanto un quarto delle persone interrogate afferma lo stesso, e quasi la metà ritiene che il proprio orario di lavoro sia ragionevole.

La natura per ritrovare l'equilibrio

Al secondo posto tra i fattori di stress citati dagli svizzeri figura il fatto di essere continuamente reperibili: il 64% delle persone interrogate ha dichiarato che ciò rappresenta spesso o a volte un problema. Ma il livello alto di stress in Svizzera si spiega anche con la pressione che spinge a dare l'impressione, all'esterno, di avere successo, nonché con la volontà di sedurre, così come con lo sviluppo di nuove tecnologie che non tutti sono effettivamente in grado di seguire facilmente.

In ogni caso, numerosi cittadini sembrano aver trovato un modo per gestire tale livello elevato di stress avvertito sul lavoro e nella vita privata. Quasi i tre quarti dei partecipanti ha infatti spiegato di ritrovare l'equilibrio grazie alla natura, mentre una quota di poco inferiore afferma di riuscirci tra le mura di casa. Per il 41% degli intervistati, il giardino o il balcone sono perfetti per ricaricare le batterie.

I luoghi di riposo più gettonati fra le persone interpellate.

Gli svizzeri amano le attività all'aria aperta: «Soprattutto nel nostro Paese, le passeggiate rappresentano un vero sport nazionale e un divertimento tanto sfruttato quanto la lettura, l'ascolto di musica e la televisione messi assieme», indicano gli autori dello studio. Coloro che si muovono molto non risultano però automaticamente meno stressati, benché lamentino «molto meno spesso problemi di salute», precisano.

Anche se gli svizzeri amano la natura, non sono disposti ad esagerare. «Soltanto una minoranza - ha rivelato lo studio - è attratta dall'idea di passare la notte in una tenda all'aperto, lontano da tutto. La doccia, l'acqua calda e il confort di un letto mancherebbero rapidamente, in un luogo isolato, alla maggior parte delle persone intervistate».

La Svizzera in immagini

Tornare alla home page