Adolescenti: il problema della sedentarietà avanza

3.12.2019 - 16:08, CoverMedia

Four young women standing in a row using their cell phones When: 31 Jan 2017 Credit: Marco Govel/Westend61/Cover Images
Source: Marco Govel/Westend61/Cover Imag

Secondo un nuovo studio, la maggior parte dei teenager non si muove abbastanza.

L’80% dei ragazzi tra gli 11 e i 17 anni non arriva a svolgere nemmeno un’ora di attività fisica al giorno.

Gli esperti parlano di una «epidemia globale», dove sempre più giovani scelgono di trascorrere il loro tempo libero al computer e con dispositivi elettronici come smartphone e tablet, piuttosto che partecipare a sport ed attività motorie.

A mettere in luce la preoccupante questino è l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), che ha elaborato i dati relativi a 1.6 milioni di adolescenti provenienti da 146 diverse nazioni del mondo. I ricercatori della OMS hanno rilevato anche una significativa differenza legata al genere: l’85% delle ragazze non svolge abbastanza esercizi, mentre la percentuale si abbassa al 78% per i ragazzi.

«Gli adolescenti attivi hanno più probabilità di diventare adulti attivi», ha dichiarato la dottoressa Regina Guthold, a capo della ricerca.

Questi adulti, a loro volta, hanno meno probabilità di sviluppare problemi di salute anche molto gravi come ictus, infarti, obesità e diabete di tipo 2.

«La tendenza delle ragazze ad essere meno attive dei maschi è preoccupante», aggiunge la co-autrice dello studio, dottoressa Leanne Riley. «Bisogna offrire loro più opportunità e destare maggiore interesse per convincere le giovani ragazze a partecipare alle attività sportive sia durante l’adolescenza che la vita adulta».

Sempre secondo i risultati, è più probabile che i giovani vengano incoraggiati a studiare duramente, all’interno della società, per superare gli esami, e a fare i compiti a casa dopo la scuola, piuttosto che prendere parte ad una attività motoria.

La ricerca è stata pubblicata nella rivista scientifica The Lancet Child & Adolescent Health.

Tornare alla home page

Altri articoli