Digitale & Lifestyle

Aeroporto: più germi alla security che nelle toilette

CoverMedia

13.9.2018 - 16:11

Source: Covermedia

I ricercatori hanno rilevato una quantità di batteri maggiore nelle vaschette degli imbarchi rispetto alle superfici dei bagni pubblici.

Gli aeroporti sono senza dubbio i luoghi pubblici più popolati e, per questo, più carichi di germi e batteri del mondo. Ma se pensiamo che non esista nulla di più sporco dei loro bagni pubblici, dobbiamo ricrederci.

Gli scienziati della University of Nottingham nel Regno Unito e l’istituto di ricerca National Institute for Health and Welfare della Finlandia hanno effettuato un’analisi mirata ad identificare le superficie più sporche e infette – tra quelle più frequentemente toccate – degli aeroporti, scoprendo che la quantità di germi e batteri presente nei vassoi degli imbarchi, presso i controlli di sicurezza, è superiore a quella di qualsiasi superficie che si trova nelle toilette pubbliche. In esame, in particolare, l’aeroporto di Helsinki-Vantaa, in Finlandia, nell’inverno del 2016.

«La più grande concentrazione di virus è stata rilevata ai controlli di sicurezza, nelle vaschette di plastica», confermano i ricercatori in uno statement. «Poi sui terminali per i pagamenti dei negozi, sul corrimano delle scale, ai banchi per il controllo dei passaporti, nelle aree dedicate ai giochi per bambini, e infine nell’aria. Il virus più comune è stato il rhinovirus, che causa il comune raffreddore, ma abbiamo riscontrato anche il virus dell’influenza A».

Un dato interessante è che nelle superfici dei servizi pubblici non è stato scovato nessun virus respiratorio. Ad ogni modo, il team enfatizza l’importanza di lavare bene le mani dopo ogni visita al bagno, tossire con cautela e cercare di diffondere il meno possibile dei potenziali virus nell’area in questi grandi spazi pubblici, dove tantissime persone si trovano in transito temporaneo.

«Questo studio incita a prendere coscienza delle infezioni virali negli ambienti pubblici», aggiunge il professore di Health Protection Jonathan Van Tam. «Le persone possono aiutare a minimizzare il contagio lavando spesso le mani e tossendo in un fazzoletto o un fazzolettino, o sulle maniche, soprattutto se ci troviamo in un luogo pubblico. Queste semplici precauzioni possono contribuire a prevenire tante epidemie di influenza, ed è cruciale se siamo di passaggio in luoghi molto affollati come gli aeroporti, dove tantissime persone provengono da posti diversi e sono dirette in differenti parti del mondo».

La ricerca è stata pubblicata nella rivista scientifica BMC Infectious Diseases.

Tornare alla home page

CoverMedia