Alcol: rischio di ipertensione alle stelle per i diabetici

CoverMedia

16.10.2020 - 16:09

Man with glass of beer in a pub When: 18 Apr 2017 Credit: Kiko Jimenez/Westend61/Cover Images
Source: Kiko Jimenez/Westend61/Cover Ima

La percentuale di incremento del rischio può arrivare fino al 204%.

Un consumo eccessivo di alcol può portare i pazienti di diabete di tipo 2 a sviluppare una pericolosa condizione di ipertensione (pressione alta), secondo una nuova ricerca pubblicata nella ricerca scientifica dell’American Heart Association.

In particolare, bere 8 o più bevande alcoliche alla settimana – cioè più di una al giorno – può aumentare il rischio di sviluppare la condizione di una percentuale altissima: fino al 204% per chi consuma grandi quantità di alcol.

«Gli individui con diabete di tipo 2 sono più a rischio a livello cardiovascolare», spiega Matthew J. Singleton, autore dello studio. «I nostri risultati indicano che il consumo d’alcol è associato all’ipertensione, dunque incoraggiamo questi individui a ridurne il consumo».

Il team di Singleton ha analizzato i casi di 10.000 adulti con diabete di tipo 2, tutti partecipanti di un test clinico chiamato Action to Control Cardiovascular Risk in Diabetes (ACCORD), condotto tra il 2001 e il 2005 negli USA e in Canada.

Secondo i risultati, bere limitatamente (da uno fino a 7 bevande alcoliche alla settimana) non è stato associato ad un incremento del rischio di ipertensione, mentre bere con moderazione (da 8 a 14 drink) è stato associato ad un incremento del rischio pari a 66%.

Per i bevitori che superavano i 15 alcolici settimanalmente, la percentuale saliva fino al 149-204%.

«I pazienti con diabete di tipo 2 dovrebbero considerare di apportare dei cambiamenti nel loro stile di vita, tra cui un taglio nel consumo degli alcolici, anche se provvisorio», ha concluso Singleton.

Tornare alla home page