Digitale & Lifestyle Anna Wintour: il figlio entra in isolamento

CoverMedia

7.4.2020 - 13:08

2019 Evening Standard Theatre Awards held at the London Coliseum - Arrivals

Featuring: Anna Wintour
Where: London, United Kingdom
When: 24 Nov 2019
Credit: Cover Images
2019 Evening Standard Theatre Awards held at the London Coliseum - Arrivals Featuring: Anna Wintour Where: London, United Kingdom When: 24 Nov 2019 Credit: Cover Images
Source: Cover Images

Charles Shaffer è entrato in quarantena volontaria dopo aver contratto un malessere.

Il figlio di Anna Wintour, Charles Shaffer, si è messo in quarantena volontaria.

L'editrice di Vogue ha condiviso la notizia nel recente video per A Common Thread, una nuova iniziativa di raccolta fondi per l'industria della moda istituita dal magazine e del Council of Fashion Designers of America (CFDA).

Presentando la serie, la Wintour ha dichiarato: «L’industria della moda è stata colpita duramente. Ho parlato con tanti designer americani e altri membri della comunità, temono di non arrivare a fine mese o di non evadere gli ordini. Così come che le loro attività potrebbero non sopravvivere a ciò che stiamo attraversando».

I soldi verranno usati per aiutare i talenti in difficoltà: «Il fondo che abbiamo creato è pensato per aiutare loro e le persone di talento con cui lavorano».

Aggiungendo una nota personale, l’editrice ha poi aggiunto che il figlio 35enne è entrato in quarantena volontaria dopo aver contratto un malessere.

«Mio figlio è un medico. Attualmente è abbastanza malato: ha deciso di isolarsi in casa, lontano da sua moglie e dalle sue due figlie», rivela Anna.

«Ma quando sarà in grado, tornerà in terapia intensiva nel suo ospedale locale. Sono così orgogliosa di lui e così grata a tutti gli operatori sanitari, primi soccorritori, infermieri e medici, che stanno lottando per ridurre la diffusione del virus e per salvare vite».

Nel frattempo, anche il presidente del CFDA Tom Ford ha creato un video per introdurre la raccolta fondi.

«Il nostro obiettivo con A Common Thread non è solo quello di mettere in evidenza i designer che tutti voi conoscete e amate, ma anche di concentrarci su quegli individui che mantengono in funzione il nostro settore».

Tornare alla home page

CoverMedia