Bambini: troppe calorie nei fast food, ma anche nei ristoranti

CoverMedia

6.6.2019 - 16:10

19 March 2019, Bavaria, München: ILLUSTRATION: A boy sits in front of a plate of chicken nuggets and French fries (staged scene). Small schnitzel with chips, fish fingers or spaghetti - for children there are often not only smaller portions in restaurants, but also not particularly healthy dishes. (to dpa "Nutrition Minister Klöckner wants healthier children's plates") Photo: Tobias Hase/dpa Where: München, Bavaria, Germany When: 19 Mar 2019 Credit: Tobias Hase/picture-alliance/Cover Images
Source: Tobias Hase/picture-alliance/Cov

Un nuovo studio condotto nel Regno Unito rivela dei dati scioccanti sui prodotti alimentari destinati al consumo dei più piccoli.

I cibi dei menù per bambini nei ristoranti e nelle grandi catene del Regno Unito contengono un eccessivo apporto di calorie. Lo riporta una recente ricerca condotta presso l’Università di Roehampton, a Londra, e l’Istituto tecnologico di Cork, in Irlanda, secondo cui non solo solo le grandi catene di fast food come il McDonald’s e il Burger King ad offrire pasti poco salutari per i piccini.

«Il cibo nei fast food come nei ristoranti è generalmente troppo denso, contiene troppi grassi (in particolare grassi saturi) e troppo sale rispetto all’apporto raccomandato per i bambini più piccoli», riportano i ricercatori. «Sebbene questi locali offrano un totale di ben oltre 16mila pietanze per i bambini, è tuttavia difficile per i genitori che hanno bimbi molto piccoli, scegliere un piatto che contenga il limite di calorie raccomandato per questa fascia d’età».

Il team ha analizzato i menù per bambini di 20 note catene di ristorazione e pub: tra i primi All Bar One, Gourmet Burger Kitchen, Nando's, Pizza Express, Pizza Hut, Wagamama e Zizzi; tra i pub Beefeater, Brewers Fayre, Crown Carveries, Ember Inns, Harvester, Sizzling Pub Co e Toby Carvery; e per quanto riguarda le catene di fast food: Apache Pizza, Burger King, KFC, McDonald's, Subway e SuperMac's.

Secondo i risultati, l’87% delle pietanze offerte in questi locali, destinate ai bambini dai 2 ai 5 anni, contenevano una quantità eccessiva di calorie. In questa fascia d’età il limite raccomandato è di 364kcal per ogni singolo pasto. Per i bimbi più grandi, dai 6 ai 12 anni, il limite aumenta a 550kcal, ma anche in questo caso il 66% dei pasti di ristoranti e fast food eccedevano l’apporto calorico delle linee guida stilate dai nutrizionisti.

I ricercatori hanno analizzato un totale di 39.266 piatti. Uno dei dati più sorprendenti è che in tanti ristoranti, in termini di calorie, il menù per i bambini superava di gran lunga quello delle grandi catene di fast food.

Tornare alla home page

CoverMedia