Che cosa sappiamo sulle rughe?

CoverMedia

4.8.2020 - 08:31

Mature woman scrutinizing her face in bathroom mirror When: 27 Apr 2017 Credit: F. Cirou / PhotoAlto / Cover Images
Source: F. Cirou / PhotoAlto / Cover Ima

Per rallentare il processo di invecchiamento dobbiamo essere ben informati. Ecco le dritte degli esperti.

Fermare il tempo è impossibile, ma rallentare i segni dell’età sulla nostra pelle… Questo si può fare. Parola degli esperti.

«Andando avanti con gli anni si riduce notevolmente la produzione di collagene ed elastina e la pelle perde tonicità», spiega la dottoressa Rekha Tailor, specializzata in condizioni della pelle di Health and Aesthetics. «Questo causa alla pelle di “cadere” e si creano ciò che noi conosciamo come “rughe” e pelle “cadente”».

Ma le rughe non sono provocate solo dall’età. Anche condizioni esterne come lo smog, lo stress, l’esposizione al sole e lo stile di vita (fumiamo?) possono causare enormi danni alla nostra pelle, in particolare a quella del viso e delle mani, le parti del corpo maggiormente esposte alle intemperie e agli agenti inquinanti.

Ecco i due must non invasivi per fermare le lancette del tempo.

1.Protezione solare

Mai uscire senza, anche se fuori piove. Secondo gli specialisti della pelle, infatti, il modo migliore per prevenire le rughe è preservare il più possibile la nostra pelle dai raggi del sole. Stiamo parlando dei raggi UV, per l’esattezza, presenti anche nella luce, anche se il cielo è nuvoloso.

L’esposizione al sole causa un invecchiamento precoce delle cellule, dunque una buona crema con protezione solare è il primo must degli esperti. Applichiamo e riapplichiamo con costanza e frequenza. Ovviamente quest’ultima aumenta se ci troviamo in spiaggia!

2.Cambiamo alimentazione

«È importante che restiamo sempre idratati e che la nostra dieta sia perfettamente bilanciata», spiega la dottoressa Tailor.

I nostri piatti devono contenere una buona dose di grassi salutari, come quelli dell’avocado e della frutta secca.

«Evitiamo fattori che causano invecchiamento prematuro come il fumo e l’eccessivo consumo di alcol», conclude la pro.

Tornare alla home page