Benessere Ecco come mantenere la resilienza nello sport e nella vita

Covermedia

7.9.2023 - 16:00

Per mantenersi centrati a livello psicofisico, dovete concedervi il tempo di elaborare i vostri sentimenti e di staccare la spina.

7.9.2023 - 16:00

Se praticate uno sport, avete capito che perdere fa male, ma può anche insegnarvi molto.

I giocatori sportivi si trovano spesso ad affrontare difficoltà, come perdere una partita, subire un infortunio o anche solo commettere un errore, e devono imparare a essere resilienti per poter andare avanti.

Il dottor Chris Hartley, psicologo dello sport di Insure4Sport, ha spiegato come applicare questa mentalità sportiva resiliente al resto della vita.

Fare chiarezza sui propri valori

È importante ricordare i propri valori personali e ciò che è veramente importante per noi quando sentiamo che stiamo attraversando un momento difficile.

«Chiedetevi: «Che cosa c'è in questa situazione che conta abbastanza da farmi sentire così forte? I momenti difficili possono essere delle potenti finestre sui vostri valori più personali e mettere in luce le cose veramente importanti nella vita», consiglia il dott. Hartley.

«Anche se può essere un lavoro emotivo, è gratificante chiarire i propri valori (ad esempio, essere amorevoli, gentili, determinati, coraggiosi, ecc.) e usarli come bussola per le azioni da intraprendere in questi momenti».

Darsi consigli dal futuro

Se state affrontando qualcosa di difficile, provate a pensare a cosa vi direbbe il vostro io del futuro in quel momento.

«Direbbe che, nonostante le battute d'arresto, avete avuto la determinazione di non arrendervi mai? Che siete stati gentili e compassionevoli anche di fronte alle avversità? Questo può essere un modo potente per aiutarvi a capire che tipo di persona volete essere e le scelte che potete fare ora per arrivarci».

Concedetevi un po' di tempo libero

Se ne avete bisogno, concedetevi del tempo per elaborare i vostri sentimenti o semplicemente per staccare la spina.

«Accettate di essere umani e di aver bisogno di elaborare l’esperienza. Una cosa pratica da fare è identificare i momenti in cui dovete essere resilienti e performanti (ad esempio, il lavoro o le interazioni sociali), e i momenti di inattività in cui non c'è bisogno di performare e potete invece stare in un ambiente a bassa richiesta».

Prendersi cura delle proprie esigenze

Quando attraversiamo periodi turbolenti, non dobbiamo dimenticare di prenderci cura della nostra mente e del nostro corpo.

«Assicuratevi di fare tutte le cose fondamentali di cui il vostro corpo ha bisogno... e anche di trattarvi bene!», afferma l'esperto. «Questo può includere riposare a letto, mangiare pasti sani e uscire all'aperto per fare un po' di esercizio fisico. La cosa più importante, forse, è trascorrere del tempo con le persone care che vi danno energia e fare le cose che amate fare».

Covermedia