London Fashion Week: Extinction Rebellion vuole cancellare l’evento

CoverMedia

7.8.2019 - 13:09

Climate protest group Extinction Rebellion begin a planned week of protests outside the Royal Courts of Justice, demanding the legal system take responsibility in this crisis, and ensure the safety of future generations. Featuring: Extinction Rebellion Where: London, United Kingdom When: 15 Jul 2019 Credit: Wheatley/WENN
Source: Wheatley/WENN

Gli attivisti annunciano su Facebook una petizione contro l’evento annuale.

La nuova campagna di Extinction Rebellion punta alla cancellazione della London Fashion Week.

Il movimento sociopolitico è stato istituito a maggio 2018, e finora i suoi membri hanno protestato contro la disgregazione climatica e la perdita di biodiversità.

Tuttavia, gli organizzatori di Extinction Rebellion si sono ora rivolti ai social media per annunciare una petizione contro la LFW, in programma a Londra dal 12 al 17 settembre.

«Ci troviamo di fronte a una minaccia esistenziale se non cambiamo rotta entro il 2020, ma un'azione significativa non ha ancora preso piede», ha scritto un rappresentante di Extinction Rebellion su Instagram, allegando una gif che cita: «Annulla la London Fashion Week».

«Abbiamo bisogno della cultura per aprire la strada - prosegue il portavoce -. La moda è una delle industrie più inquinanti e una delle più influenti. La moda dovrebbe essere un significante culturale dei nostri tempi, e tuttavia aderisce ancora a un sistema arcaico di moda stagionale e novità implacabile in un momento di emergenza».

Il mese scorso gli affiliati di The Climate Mobilization hanno inoltre inviato una lettera ai capi del British Fashion Council (BFC), incluso l'amministratore delegato Caroline Rush, esortando i dirigenti ad annullare i prossimi spettacoli per «emergenza climatica ed ecologica».

In un post di Facebook, i membri di Extinction Rebellion hanno anche affermato che manifesteranno dal 13 al 16 settembre, e per simboleggiare la «morte» dello spettacolo, il 17 settembre alle 18 terranno una «processione funebre» sulla Strand, a Westminster.

Tornare alla home page

CoverMedia