Alimentazione

Perché desideriamo determinati cibi?

Covermedia

9.5.2022 - 16:10

Holly Zoccolan, coach di salute nutrizionale e fondatrice di The Health Zoc, ha condiviso i suoi migliori consigli per stemperare le voglie e mangiare consapevolmente.

Covermedia

9.5.2022 - 16:10

Hai mai desiderato un biscotto alle 9 del mattino? Non sei il solo.

Tuttavia è spesso facile fare affidamento su snack e caffeina per una sferzata di energia nel corso della giornata, ma è importante considerare esattamente il motivo per cui hai un debole per questi alimenti.

Holly Zoccolan, coach di salute nutrizionale e fondatrice di The Health Zoc, ha condiviso i suoi migliori consigli per stemperare le voglie e mangiare consapevolmente.

Carenza nutrizionale

Mentre ci sono una serie di ragioni per cui sperimentiamo impulsi improvvisi di mangiare cibi specifici, la più probabile è dovuta alla mancanza di frutta e verdura.

«Affinché il nostro organismo funzioni al meglio, dobbiamo assicurarci di fornire loro tutti i nutrienti essenziali di cui ha bisogno – ha spiegato Holly -. Se il nostro corpo non riceve abbastanza di questi nutrienti, ce lo farà sapere inviando messaggi e segnali al nostro cervello sotto forma di voglie. In generale, un contenuto di nutrienti inadeguato porta a voglie di zucchero e caffeina e livelli inadeguati di minerali producono voglie di sale».

Disidratazione

Sappiamo che dovremmo bere due litri di acqua al giorno. Eppure tendiamo a lasciar scivolare questo bisogno.

«Assicurarsi di bere abbastanza acqua è essenziale per il proprio benessere generale e per ridurre le voglie», ha osservato Holly.

«Il nostro corpo è composto per circa il 70 percento da acqua. Quindi quando non beviamo abbastanza acqua, il nostro corpo crede che ci stiamo disidratando. La disidratazione si manifesta come fame, quindi segnala al nostro cervello che abbiamo fame e innesca le voglie. La prossima volta che senti il desiderio bevi un bicchiere d'acqua e nota se ti senti diverso».

Problemi emotivi

È più comune che le voglie appaiano a causa di un problema emotivo sottostante che non viene affrontato.

«Al centro di ogni innesco emotivo incentrato sul mangiare, c'è un sentimento. Questi variano tra: noia, stress, esaurimento, rabbia, tristezza o solitudine. Associamo questi tipi di sentimenti come cattivi e negativi, e anche se preferiremmo non doverli affrontare, in realtà sono davvero importanti – ha aggiunto l'esperta -. Sono il modo in cui il tuo corpo ti dice che qualcosa non è proprio come dovrebbe essere. Se impariamo ad ascoltare e comprendere queste voglie, allora siamo in grado di agire sul sentimento e quindi approcciarci ad una vita più felice, meno stressante e più consapevole».

Covermedia