Primo trimestre di gravidanza: le noci per il cervello del feto

16.5.2019 - 16:09, CoverMedia

little child as diploma holder When: 13 Aug 2008
Source: Covermedia

Consumare una dose quotidiana di frutta secca contribuisce al corretto sviluppo cerebrale del bimbo.

In dolce attesa? Facciamo scorta di noci. Soprattutto se ci troviamo nel primo trimestre della gravidanza. Secondo una nuova ricerca condotta presso l’Istituto di salute globale di Barcellona (ISGlobal), infatti, la frutta secca come le noci e le nocciole contengono delle sostanze nutritive potentissime per lo sviluppo del cervello del feto, ed è dunque importante integrarle nella nostra routine alimentare in questa delicatissima fase della gravidanza.

«Questo è il primo studio che esplora i possibili benefici del consumo di noci durante la gravidanza per lo sviluppo neurologico del bambino e i suoi effetti a lungo termine», ha dichiarato la leader dello studio, dottoressa Florence Gignac. «Il cervello attraversa una serie di complessi processi durante la gestazione e questo significa che la nutrizione materna è un fattore determinante nello sviluppo cerebrale del feto e può avere anche effetti a lungo termine».

La ricerca ha preso in analisi oltre alle noci e le nocciole, anche le arachidi e i pinoli.

«Queste sostanza tendono ad accumularsi nei tessuti neurali, particolarmente nella regione frontale del cervello, che influenza la memoria e le funzioni esecutive», ha aggiunto la Florence.

La frutta secca è ricchissima di acidi grassi Omega-3 e Omega-6, che secondo il team della dottoressa Florence, sono alla base degli ottimi risultati ottenuti.

Tornare alla home page

Altri articoli