Salute orale: 5 sintomi che rivelano altre condizioni

CoverMedia

5.11.2020 - 16:10

Woman relaxing with bottle of water When: 10 Dec 2013 Credit: A. Ventura / PhotoAlto / Cover Images
Source: A. Ventura / PhotoAlto / Cover I

Dalla bocca alle gengive: ecco alcuni segnali da controllare.

La bocca e i denti, oltre ad essere la fonte del nostro sorriso, sono anche precisi indicatori di salute.

Ecco ciò che «nascondono» alcuni sintomi comuni e spesso trascurati. Ce ne parla l’esperta Reena Wadia, fondatrice di RW Perio.

1.Rossore sugli angoli della bocca

L’infiammazione o il rossore nell’area degli angoli della bocca, con o senza screpolature, può significare una carenza di ferro. Questo problema affligge comunemente le persone di una certa età. Controlliamo oltre al ferro anche le vitamine del gruppo B. Una carenza cronica di ferro può anche causare alla lingua di arrossarsi.

2.Gengive che sanguinano

Il sangue è un campanello d’allarme per la nostra salute: è il nostro corpo che ci avverte che qualcosa non va. Non ignoriamo questo problema, che può nascondere una parodontite, cioè un’infiammazione cronica legata ad altri problemi di salute, come il diabete, le malattie del cuore e dei reni.

3.Gengive gonfie

Spesso questo avviene se stiamo seguendo un corso di medicinali per la pressione alta, epilessia o dopo un trapianto: le gengive si gonfiano in presenza di placca. Possiamo chiedere al nostro medico o dentista di cambiare i farmaci, ed è cruciale che manteniamo denti e gengive sempre perfettamente puliti.

4.Gengive scure

Le gengive cambiano colore da persona a persona, ma in generale ci sono due condizioni associate ad un cambiamento nella loro pigmentazione: il morbo di Addison, in cui l’organismo non è in grado di produrre alcuni ormoni chiave, e la sindrome di Peutz-Jeghers, una condizione genetica che aumenta il rischio di sviluppare polipi o tumori. Uno dei primi sintomi è la comparsa di puntini blue o scuri sulle gengive. Oltre alla bocca, controlliamo se ci sono macchioline anche sulle dita delle mani e dei piedi.

5.Denti “consumati”

Lo stress ha un impatto enorme sul nostro corpo e senza ombra di dubbio non esclude la bocca. Digrignare i denti, che può causare grossi problemi di erosione dentale, è difatti spesso associato a situazioni di forte stress e ansia. La maggior parte delle persone che digrignano i denti lo fa inconsapevolmente, spesso durante il sonno. Possiamo capire se anche noi lo facciamo dai frequenti mal di testa e dolori alla mascella. Se lo facciamo durante la notte, il nostro dentista può creare un bite su misura per evitare o ridurre il danno causato dal bruxismo (digrignamento notturno).

Tornare alla home page

CoverMedia