Solitudine e app di dating: un pessimo match

CoverMedia

9.8.2019 - 16:09

Woman browsing the web on a smart phone-close-up When: 23 Apr 2014
Source: Covermedia

Ecco cosa hanno in comune gli user compulsivi di applicazioni di dating.

La combinazione di solitudine e ansia sociale può causare degli enormi danni psicologici agli utenti che cercano l’amore su Internet.

È vero che il primo appuntamento può essere terrificante per tutti, ma secondo i ricercatori della Ohio State University, USA, quelli più soli o che soffrono d’ansia hanno più probabilità di avere delle brutte esperienze proprio a causa delle dating app.

«Non è solo il fatto che usano troppo il cellulare», dice Kathryn Coduto, esperta di comunicazione e leader dello studio. «Abbiamo visto partecipanti che dicevano di non essere andati a lezione o al lavoro, o di essersi messi nei guai perché non smettevano di controllare le loro app di dating. Ho visto alcuni usarle in modo compulsivo. Prendono il telefono quando sono a cena con gli amici o quando sono in gruppo. Non riescono proprio a smettere di cercare possibili partner».

La ricerca ha coinvolto 265 studenti universitari, che usavano una o più app di dating, a cui sono state poste una serie di domande sul tema.

Senza troppa sorpresa da parte dei ricercatori, secondo i risultati gli individui che soffrivano d’ansia sociale preferivano incontrare e parlare con un potenziale partner online, e non in persona. A portare all’uso compulsivo della app, tuttavia, non era tanto questa condizione di ansia quanto un forte senso di solitudine.

Coduto consiglia a queste persone di ridurre i tempi di utilizzo di queste app per il loro benessere psicologico.

«Specialmente se a volte soffriamo di solitudine, stiamo attenti alle scelte che facciamo», continua l’esperta. «Regoliamoci e cerchiamo di essere più selettivi nell’uso di queste app».

La ricerca è stata pubblicata nella rivista scientifica Journal of Social and Personal Relationships.

Tornare alla home page

CoverMedia