Vivienne Westwood: sfilata politica

CoverMedia

16.2.2018 - 13:10

Source: Covermedia

L'iconica designer e il figlio Joe Corré hanno protestato nel centro di Londra contro la società chimica INEOS.

Vivienne Westwood ha inaugurato la settimana della moda di Londra con una sfilata pop-up di protesta contro la società chimica INEOS.

Il 15 febbraio, nell'ambito di uno spettacolo pubblicizzato come #INEOSVTHEPEOPLE, la leggendaria designer e il figlio Joe Corré si sono uniti a modelli e attivisti fuori della sede centrale della società, nel centro di Londra.

INEOS è un'azienda petrolifera internazionale offshore, con un fatturato di 43 miliardi di euro. Secondo una dichiarazione rilasciata dalla casa di moda britannica, l’organizzazione, che è nella top ten delle aziende manifatturiere chimiche misurate in termini di entrate, ha un’«abissale esperienza nell'inquinamento ambientale».

Secondo quanto riferito da un sondaggio governativo, la fratturazione idraulica sfruttata dalla società petrolifera per estrarre gas naturale gode di una bassa popolarità, votata solo dal 16 per cento della popolazione britannica, in quanto gli ambientalisti avvertono che le sostanze chimiche potenzialmente cancerogene utilizzate potrebbero sfuggire e contaminare le falde acquifere del sito.

In precedenza Joe Corré ha contestato un'ingiunzione assicurata ricevuta da INEOS, che proibiva agli attivisti di interferire illegalmente con le operazioni della società e ora discuterà il caso presso la Corte di Appello.

Oltre a protestare per i diritti civili e contro i cambiamenti climatici, il designer si è impegnato in precedenza con movimenti come la Campagna per il disarmo nucleare.

Tornare alla home page

CoverMedia