GR: germi e sostanze radioattive nell'acqua delle fontane

danu, ats

18.11.2021 - 16:53

Gli ispettori alimentari hanno esaminato numerosi campioni di acqua potabile delle fontane pubbliche nel cantoni di Glarona e Grigioni. In 30 campioni su un totale di 527 sono stati rilevati germi fecali, arsenico e radon. (foto d'archivio)
Keystone

Gli ispettori alimentari hanno esaminato 527 campioni di acqua potabile provenienti da altrettante fontane pubbliche nei cantoni di Glarona e Grigioni. In 30 casi si sono riscontrati germi fecali, radon o arsenico.

danu, ats

18.11.2021 - 16:53

Da marzo a novembre 2021, gli ispettori alimentari hanno proceduto all'esame microbiologico tramite campioni d'acqua delle fontane pubbliche alla ricerca di tracce di uranio, arsenico e radon. L'operazione è stata spiegata a Keystone-ATS dal capo dell'Ufficio per la sicurezza alimentare e la salute animale dei Grigioni Matthias Beckmann.

Tre campioni su 66 nel Glarona e 27 campioni su 461 nei Grigioni hanno superato i livelli massimi di contaminazione consentita. In alcuni casi sono state trovate diverse impurità, ma l'uranio radioattivo non è stato rilevato in nessun caso.

Come scrive oggi l'Ufficio per la sicurezza alimentare dei Grigioni, siamo dunque al cospetto di un incidenza del 5,7 percento. Ciò dimostra quanto sia importante dedicare la dovuta attenzione a questo settore e prendere le misure necessarie per garantire la qualità dell'acqua potabile delle fontane pubbliche.

Gli ispettori alimentari hanno esaminato anche 66 campioni d'acqua potabile provenienti da edifici vecchi e storici. All'inizio degli anni Settanta le tubazioni dell'acqua potabile erano ancora realizzate in piombo. Poi si giunse alla scoperta che la sostanza tossica entrava nell'acqua. Ciononostante non è stato possibile rilevare residui di piombo o di rame in nessuno dei campioni esaminati. Nessuna presenza anche di eventuali residui di cadmio, mercurio e antimonio.

danu, ats