GR: studio EMPA: più contagi nelle aule poco ventilate

danu, ats

9.12.2021 - 17:33

Il Cantone dei Grigioni, in collaborazione con l'EMPA, ha testato la qualità dell'aria in 150 aule scolastiche di 59 scuole nei Grigioni. Ne risulta che un numero sensibilmente maggiore di persone sono state contagiate dal coronavirus all'interno di spazi scarsamente ventilati.

danu, ats

9.12.2021 - 17:33

I ricercatori del Laboratorio federale svizzero per la scienza, la tecnologia e i materiali (EMPA) hanno esaminato i dati di 300 sensori di CO2 collocati nelle aule a partire dal mese di ottobre. Parallelamente, hanno monitorato il numero di contagi da Covid-19 registrati in questi locali scolastici. Così ha spiegato oggi ai media Martin Bühler, il direttore dello Stato maggiore di condotta dei Grigioni.

Lo studio dei dati ha mostrato chiaramente che nei casi in cui la qualità dell'aria era scarsa, le persone venivano infettate maggiormente dal coronavirus, rispetto a quanto avveniva nelle aule ben ventilate.

Infezioni aumentate sensibilmente

La spiegazione per cui la concentrazione di CO2 negli spazi al chiuso sia correlata alla trasmissione di malattie attraverso l'aria che respiriamo non era ancora stata provata empiricamente, ha scritto l'EMPA in un comunicato. Lo studio ha permesso il rilevamento dei dati tramite due dispositivi di misurazione sistemati in ciascuna delle 150 aule, all'interno di 59 scuole elementari grigionesi. Oltre al contenuto di CO2, sono state misurate anche la temperatura e l'umidità.

Secondo i risultati precedenti, le persone all'interno di aule scarsamente ventilate avevano sei volte più probabilità di essere infettate dal coronavirus rispetto a quelle in stanze ben ventilate. Questa la precisazione del ricercatore dell'EMPA Hossein Gorji all'agenzia di stampa Keystone-ATS. I dati riguardanti i cantoni di Lucerna e Ticino sono attualmente in fase di analisi. La ricerca sarà terminata entro «l'inizio del prossimo anno».

Nel 60 percento delle aule, il contenuto di CO2 era superiore ai 2000 ppm (particelle per milione di particelle). L'EMPA raccomanda un limite non superiore ai 1000 ppm. Nelle aule dove un numero particolarmente elevato di persone è stato contagiato, il contenuto di CO2 era spesso superiore a 3000 ppm. Secondo lo studio EMPA la scarsa qualità dell'aria aumenta quindi il rischio di infezioni e allo stesso tempo riduce la capacità di apprendimento.

Maschere obbligatorie dalla terza classe elementare

Ora i responsabili consigliano di ventilare più del consueto, anche nei periodi più freddi. Il foglio informativo distribuito nelle scuole propone di arieggiare le aule tre volte all'ora per la durata di cinque minuti.

Inoltre, come ha detto il direttore dell'educazione dei Grigioni Jon Domenic Parolini (Centro), a causa dell'alto numero di contagi che si sono registrati nelle scuole, l'obbligo della mascherina è stato esteso a tutto il territorio grigionese a partire dalla terza elementare. Senza queste misure, al momento non è possibile garantire la frequenza regolare delle lezioni. L'obbligo della mascherina sarà in vigore da lunedì 13 dicembre al 23 gennaio 2022. Poi la situazione sarà rivalutata.

danu, ats