Ticino: “Non è focolaio, casi diffusi”

SwissTXT

8.10.2020 - 11:38

L’aumento dei nuovi contagi giornalieri da nuovo coronavirus non è da ricondurre ad un focolaio, ma «sono casi diffusi, e nella metà dei casi non siamo in grado di dire dov’è la causa dell’infezione».

Lo ha dichiarato giovedì il medico cantonale ticinese Giorgio Merlani. «Dobbiamo evitare che il virus circoli in modo non controllato nella comunità». Raffaele De Rosa, direttore del Dipartimento della sanità e della socialità, ha detto che «la situazione in Ticino è seria e preoccupante: la crescita dei nuovi casi positivi è elevata, ma preoccupa soprattutto l’accelerazione. Il tasso di positività è cresciuto negli ultimi giorni tra il 5 e il 7%«.

Tornare alla home page

SwissTXT