15.05.2014 - 11:27, dpa

Coccodrilli che mangiano gli uomini

Ausland Krokodil

Di solito, l'uomo non è una preda per i coccodrilli. Ma se le riserve ittiche saranno in calo, la situazione potrebbe cambiare...
Foto: Getty images

 

0 Valutazioni


Sono intelligenti, molto veloci ed estremamente pericolosi: In Uganda, una specie di coccodrilli giganti abita le acque. Dato che i pesci sono quasi terminati, i feroci rettili si sono specializzati nella caccia agli esseri umani. Le autorità sembrano impotenti.

Utilizzi Bluewin anche fuori casa

Provi gratuitamente la nuova App per il suo telefono e tablet

Karim Oneyi guarda malinconicamente la sua mano sinistra, ormai deforme. Stava attraversando sulla sua barca da pesca il Lago Vittoria, in Uganda, quando: "E' successo il 26 gennaio 2006, poco prima del tramonto, quando stavo pescando proprio vicino alla spiaggia", racconta il 40enne, ricordando il luogo dell'incidente, Wairaka, 95 chilometri a est della capitale Kampala. "Improvvisamente ho scoperto qualcosa di strano nell'acqua, ho pensato che fossero alghe. Ma poi questo qualcosa afferrò la mia mano e mi trascinò in profondità". Oneyi era caduto nelle grinfie di un coccodrillo affamato.

"Non riuscivo a liberarmi dalla sua bocca, combattevo contro di lui", dice l'uomo magro con una voce piena di amarezza. Poi per fortuna si sono precipitati i soccorsi, che sono riusciti ad allontanare l'enorme animale con colpi di bastone. "Mi sono salvato, ma è terribile incorrere in una disabilità in età adulta in questo modo". Pochi anni dopo anche il fratello Oneyis è stato vittima di un attacco simile. Ora reca pesanti ferite su entrambe le braccia.

Il killer coccodrillo che mangiò 83 persone

Ormai in Uganda si parla sempre più spesso di rettili giganti. Di recente, il 30 marzo, gli attivisti per i diritti degli animali si sono battuti in rete per la salvaguardia di questa specie, dopo il polverone mediatico che si è sollevato nel paese. Un coccodrillo di 800 kg, avrebbe infatti già mangiato almeno sei persone. L'esemplare più grande mai trovato in Uganda pesava 1000 kg e, secondo l'autorità di protezione degli animali dello Stato, nel 2005 avrebbe ucciso almeno 83 persone.

Un totale di 79 coccodrilli assassini sono stati catturati e trasferiti a parchi nazionali negli ultimi dieci anni. Molti sono riusciti a ritornare ai corsi d'acqua e a diffondere nuovamente la paura e il terrore.

Il pesce da mangiare non basta più

Anche il Lago Alberto, il Lago Kyoga e il Nilo Bianco, adiacenti al lago Vittoria, ospitano coccodrilli. Secondo le informazioni rilasciate dallo stato ugandese, a partire dal 2000 più di 340 persone sono state uccise dagli attacchi dei grandi rettili.

Tuttavia, gli esperti temono che il numero potrebbe essere maggiore, perché non tutti gli attacchi mortali sono segnalati. "I coccodrilli sono un problema molto grave in Uganda", ha dichiarato il direttore responsabile degli animali selvatici Peter Ogwang. L'appetito nei confronti degli esseri umani rischia di essere incoraggiato, perché i laghi sono sovrasfruttati. "Non c'è pesce a sufficienza da mangiare per i coccodrilli, e così questi attaccano gli esseri umani".

Sempre più attacchi contro l'uomo

Molti cittadini sono arrabbiati con il governo perché manca un'adeguata protezione nei laghi. "Anche a sette anni, i bambini vanno a pesca per aiutare i genitori", si lamenta il 59enne Hamza Mugarya. Secondo il Rapporto delle Nazioni Unite sulla pesca per l'Africa a partire dal 2012, la fauna ittica in Uganda sarebbe ora in diminuzione, pur restando ancora il maggior produttore di pesce d'acqua dolce del continente.

Non è ancora chiaro quanti siano i coccodrilli in totale nel Paese. Ma secondo i recenti sondaggi ugandesi, più di 600 di loro sarebbero stati registrati solo in una piccola zona nel nord-ovest del lago Alberto. "I rettili si riuniscono in alcune aree, dove molti pescatori sono soliti pescare. Se un uomo viene ucciso, un altro flusso di coccodrilli giunge a divorane il corpo". Dal momento che sempre più persone si stabiliscono a vivere intorno ai laghi, ci sono sempre più prede dei rettili pericolosi.

Persone fatte a pezzi

Le autorità, nel frattempo, stanno cercando di educare la popolazione ad essere più attenta: "Consigliamo alla gente di non andare a nuotare nell'acqua dei laghi", ha dichiarato l'esperto ugandese Charles Tumwesigye. "Noi segnaliamo i pescatori con le barche più grandi e chiediamo loro di avvisarci immediatamente se vedono un coccodrillo. "Tuttavia, è necessario altro denaro per catturare gli animali con metodi moderni e portarli in altri posti più sicuri. "Al momento, facciamo tutto a mano, e molti dei nostri dipendenti sono feriti", ha dichiarato Tumwesigye.

Il timore attanaglia i residenti del luogo, che escono ogni giorno sui laghi, al fine di guadagnarsi da vivere. "I coccodrilli sono incredibilmente intelligenti e veloci", dice il pescatore Henry Nnyanzi. "Attaccano prima di vedere o sentire". Quattro anni fa, aveva un amico che era un esperto dei "mangiatori di uomini", che è stato fatto a pezzi. L'uomo ricorda: "Siamo stati in grado di seppellire solo le gambe, il resto del suo corpo era stato divorato il coccodrillo".

Altri articoli

Video d'Attualità

Pubblicità
Please enable JavaScript for better browser functionality