Polemica

Alessandro Gassmann contro le autorità: «Non mi han chiesto il green pass»

Covermedia

7.8.2021 - 13:10

Alessandro Gassmann
Alessandro Gassmann

L’attore scatena la polemica social contro le misure di sicurezza anti-Covid in Italia.

Covermedia

7.8.2021 - 13:10

Alessandro Gassmann, di recente tornato in Italia da un viaggio fuori, racconta la sua esperienza (negativa) con i controlli anti-Covid.

«Torno dall'estero dove, per farmi ripartire, giustamente, mi chiedono: certificato di avvenuta vaccinazione, green pass, tampone del giorno prima, mi misurano la febbre. Arrivo a Roma: nulla. A voi il commento, io non ne ho», scrive su Twitter.

Dal primo settembre sarà obbligatorio il green pass per viaggiare su aerei, treni e navi: via libera con il certificato di vaccinazione, tampone negativo o avvenuta guarigione dal Covid-19. Ma non prima del primo settembre, per l’appunto.

«I controlli si fanno in partenza. Se è partito verso un Paese diverso dal suo, perché può spostarsi in Italia non vi sono controlli, vuol dire che la documentazione era completa, che senso ha dopo qualche ora di volo ricontrollare tutto», risponde un utente della piattaforma.

Un altro dice: «Non sarà sicuramente perfetto, ma credi di infettarti sul volo? Ed anche fosse, credi che il tampone rileverà qualcosa dopo un'infezione partita da pochissime ore? Rilassatevi un pochetto».

La risposta dell'attore è immediata:

Covermedia