Spettacolo

Beyoncé e Taylor Swift: sconfitti i politici sostenuti dalle due star

CoverMedia

7.11.2018 - 11:12

Source: Covermedia

Beto O’Rourke e Phil Bredesen sono stati superati dai loro rivali repubblicani alle elezioni di metà mandato.

I politici sostenuti da Beyoncé e Taylor Swift sono usciti sconfitti dalle elezioni midterm negli Stati Uniti.

In settimana, la moglie di Jay-Z aveva pubblicamente dato il proprio endorsement a Beto O’Rourke, supportando il Congressman texano nella corsa al Senato attraverso una serie di post sulle sue pagine social.

In uno scatto si vedeva la cantante 36enne con indosso un cappellino con la scritta “Beto for Senate”, con un commento che leggeva: «Ogni voto conta. Ogni elezione conta. Ovunque».

Il sostegno di Beyoncé però non è bastato: O’Rourke è stato infatti sconfitto dal candidato repubblicano Ted Cruz.

Alyssa Milano, altra celebrità democratica, sostenitrice di O’Rourke, ha twittato dopo il responso delle urne: «Beto ha perso? Va bene. Ora possiamo sostenere la sua corsa alla Casa Bianca #Beto2020».

Olivia Wilde, Busy Philipps e Josh Gad tra gli altri supporter di O’Rourke.

Taylor Swift invece si era pubblicamente esposta a favore di Phil Bredesen, candidato per diventare Governatore del Tennessee.

Bredesen è stato sconfitto dalla repubblicana Marsha Blackburn, diventata la prima donna a guidare lo stato.

La reginetta del pop, in un post condiviso a ottobre sulle sue pagine social, aveva invitato i fan a non votare per la Blackburn, che (da donna) aveva votato contro l’uguaglianza di salario tra i due sessi e a favore di una legislazione contro i diritti LGBT.

«Non posso sostenere una persona che non è disposta a lottare per la dignità di TUTTI gli americani, indipendentemente dal colore della loro pelle, dal loro genere o dal loro orientamento sessuale - ha scritto la cantante -. Correrà per il Senato nello stato del Tennessee una donna chiamata Marsha Blackburn. Per quanto possa sostenere le donne in politica, non potrei mai schierarmi al fianco di Marsha Blackburn. La sua presenza in Congresso mi fa orrore e mi terrorizza».

Un risultato, però, la Swift lo ha certamente ottenuto: a sole 24 ore dal suo appello, oltre 65mila persone si sono iscritte per esprimere il loro voto.

Curiosità da star

Tornare alla home page

CoverMedia