Brooke Shields: a 50 anni non siamo finite

ATS

22.10.2020 - 19:04

Brooke Shields, non dimenticate le 50enni.
Source: KEYSTONE/AP Invision/EVAN AGOSTINI

La vita di una donna non finisce a 50 anni: Brooke Shields, intervistata dal settimanale People, la modella e attrice americana, 55 anni, si rifiuta di finire nella categoria di stereotipi che da sempre condizionano la vita delle donne.

«A quell'età – dice – soprattutto se sei un'attrice è come se ti dicessero, 'Hai avuto la tua carriera, ora rilassati'. Io invece penso che ho appena iniziato».

La Shields ha spiegato di aver scoperto il suo corpo solo a 55 anni e grazie alle due figlie adolescenti si è ritrovata ad indossare un bikini. «Di solito – continua – indossavo dei larghi costumi da bagno, quelli con più tessuto possibile. Le mie figlie mi dicevano, 'Mamma, è ridicolo'. È stato come vedermi attraverso i loro occhi e onorare parti del mio corpo come il mio sedere. Oppure cose a cui non avevo mai prestato attenzione in tutta la mia vita. Avere 55 anni e poter dire, 'Un momento, le donne oltre i 50 anni non sono finite».

Fresca di contratto con l'agenzia IMG Models, nell'intervista al magazine la Shields parla di un nuovo inizio e di alcune altre lezioni di vita. Tra queste, la sua fitness routine. «Mi allenavo – ha detto – otto volte a settimana quando facevo spettacoli a Broadway e lo facevo solo per lo spettacolo perché la telecamera non sempre è gentile. Era per vanità e non sono mai riuscita a trovare un motivo per farlo al di fuori dell'apparenza esterna». Poi è arrivata la pandemia e a cosa del lockdown e senza la possibilità di andare in palestra ha cominciato a condividere la sua fitness routine da casa su social media. «I miei esercizi – ha spiegato – non hanno mai avuto l'intenzione di essere un fattore stressante. Sono alla portata di tutti e sono un modo per fare movimento e sviluppare endorfina. E' divertente fare le braccia con due bottiglie di vino. A casa non abbiamo le attrezzature di una palestra».

E riguardo alla fiducia ritrovata nel suo corpo e alle foto in costume che mettono ben in evidenza i suoi addominali e bicipiti ha detto che ci lavora sodo e passo dopo passo ha acquistato sicurezza. Grazie anche all'aiuto e all'incoraggiamento da parte di un personal trainer ha scoperto il vero significato della positività del corpo abbandonando l'idea della sola deprecazione.

Tornare alla home page

ATS