Carey Mulligan: «L’industria cinematografica mi ha sminuito»

CoverMedia

1.1.2018 - 13:13

Covermedia

L’attrice si è spesso sentita un pesce fuor d’acqua a Hollywood.

Carey Mulligan non è mai stata vittima di molestie o abusi a Hollywood ma ha combattuto a lungo il sessismo che pervade il mondo del cinema.

«Non sono sorpresa dalle tristi storie che stanno venendo a galla in questi giorni. È un mondo difficile», ha spiegato l’attrice a Vogue Australia.

«Molte volte sono stata sminuita solo perché donna. Diverse volte ho provato a mettere becco sulle sceneggiature ma era difficile far sentire la mia voce», ha spiegato Carey.

L’unico rulo, a detta di Carey Mulligan, in cui sia riuscita ad esprimere bene se stessa e il suo talento è sicuramente quello di Daisy ne Il Grande Gatsby di Baz Luhrmann.

«Quel personaggio è arrivato al grande pubblico come volevo, ovvero a modo mio», ha assicurato Carey Mulligan.

Tornare alla home page

CoverMedia