Carolina Crescentini: «Non credo ai fantasmi»

3.12.2019 - 16:35, CoverMedia

Source: Covermedia

L’attrice è la protagonista di «Letto n. 6» un ghost thriller ambientato in un ospedale pediatrico infestato dalla presenza di un bambino.

Il nuovo ruolo di Carolina Crescentini è in un un ghost thriller.

«Letto n. 6» è stato presentato al Torino Film Festival e segna il debutto alla regia di Milena Cocozza.

Ambientato a Roma (girato nella struttura ospedaliera del Forlanini), racconta di una dottoressa, Bianca interpretata da Carolina, che viene assunta in un ospedale pediatrico per coprire i turni di notte in un reparto. Da lì la scoperta che l’ala dell’ospedale era in precedenza adibita a manicomio infantile e da anni è infestata dalla presenza di un bambino che è in attesa che la madre torni a prenderlo.

«Dei fantasmi non ho paura», dichiara Carolina Crescentini all’ANSA.

«Ma mi spaventano i luoghi che conservano una cattiva energia. Mi è capitato al Flowers Festival di Collegno che si svolgeva in un ex manicomio. Sono andata a vedere così alcune stanze dove una volta c'erano i pazienti, ma più che altro si trattava di sentire l'energia di quei luoghi - commenta l’attrice -. A volte il dolore rimane aggrappato alle pareti, anche se le tinteggi, rimane nel cemento del tetto e nelle sbarre. Credo insomma che il passato lasci le sue tracce nei luoghi».

Le musiche di «Letto n. 6» sono firmate dal marito della protagonista, Francesco Motta. La produzione è di Manetti Bros con Carlo Macchitella.

Tornare alla home page

Altri articoli