Catherine Zeta-Jones ascolta sempre Michael Douglas

CoverMedia

21.1.2018 - 09:35

Covermedia

L’attrice ha seguito il consiglio del marito per recitare il suo ultimo film su Griselda Blanco, la regina della droga colombiana.

Catherine Zeta-Jones è la protagonista del nuovo film tv Cocaine Grandmother, che racconta la storia di Griselda Blanco, la narcotrafficante colombiana amica di Pablo Escobar.

La donna, conosciuta anche con gli appellativi de La Madrina e La Regina della droga, è stata responsabile di centinaia di omicidi nel corso degli Anni Settanta e Ottanta.

Entrata nel Cartello di Medellin, ha costruito un impero della droga a Miami, in Florida.

È stata venti anni in carcere: rilasciata nel 2004 è stata rimpatriata in Colombia. È stata poi assassinata nel 2012 all’età di 69 anni da due killer in motocicletta.

Per l’attrice gallese non è stato facile entrare nei panni di una donna così spietata e assetata di potere e ha studiato a lungo la parte.

«Alla fine è stato fantastico lavorare a questo film e interpretare un personaggio così lontano da me», ha spiegato la Zeta-Jones a Good Morning America.

Per il ruolo di Griselda Blanco, Catherina ha seguito il consiglio del marito Michael Douglas, che l’ha invitata ad adottare un approccio “less is more”.

Il figlio di Kirk ha invitato la moglie a pensare il meno possibile, soprattutto nelle scene più cruenti, in modo da far uscire il massimo. E così è stato, tanto che, durante la scena di una sparatoria, Catherine è stata più che mai realista.

Cocaine Grandmother è andato in onda sulla rete americana Lifetime lo scorso 20 gennaio.

Tornare alla home page

CoverMedia