Eleonora Abbagnato risponde alle critiche: «Sono una persona esigente»

CoverMedia

12.8.2019 - 13:15

Source: Covermedia

In una lettera inviata dai ballerini alla Rsu della Fondazione, la direttrice del Corpo di Ballo dell’Opera di Roma viene definita «irrispettosa» e «non consona al ruolo che ricopre».

A pochi giorni dallo scoppio della bufera, Eleonora Abbagnato replica alle accuse che la definiscono «irrispettosa» e «non consona al ruolo che ricopre».

La 41enne di Palermo è nel mirino dei media in seguito a una lettera inviata dal Corpo di Ballo dell’Opera di Roma al sovrintendente dell’RSU Carlo Fuortes, secondo cui l’ex etoile dell’Opera di Parigi ha severamente mancato di rispetto ai suoi ballerini.

«Durante le prove di Romeo e Giulietta a Caracalla la signora Eleonora Abbagnato si è rivolta alla compagnia con epiteti ingiuriosi, gravemente lesivi della dignità personale e professionale dei ballerini. Gli epiteti sono stati seguiti anche da minacce e mimando l'offensivo cosidetto “gesto dell’ombrello”», riporta uno stralcio della missiva pubblicata da Adnkronos.

In seguito alla divulgazione della lettera, hanno espresso la propria opinione in molti, compreso il direttore del Tetro San Carlo, secondo cui la comunicazione non doveva uscire sui media.

Ora a parlare è la stessa Abbagnato che, senza entrare nello specifico, afferma: «Certamente sono una persona esigente, prima di tutto verso me stessa», dichiara Eleonora Abbagnato all’Ansa.

«Ma questa determinazione nasce dal desiderio di far raggiungere al Corpo di ballo un notevole livello tecnico-interpretativo, che ho potuto trasmettere grazie alle mie esperienze con i grandi maestri con cui ho avuto la fortuna di crescere e lavorare all'Opéra de Paris e nel mondo».

Tornare alla home page

CoverMedia