Ernesto Augusto di Hannover accusa il figlio dei suoi problemi

AllTheContent

24.3.2021

Caroline di Monaco ed  Ernesto Augusto di Hannover nel 2007.
Caroline di Monaco ed Ernesto Augusto di Hannover nel 2007.
Keystone

Il capo di una delle più antiche famiglie reali d'Europa, il principe Ernesto Augusto di Hannover, da martedì 23 marzo è sottoposto a giudizio in Austria, dove tra le altre cose è accusato di rifiuto di ottemperare e gravi lesioni personali. Dopo questa prima comparsa in giudizio, sono state fatte strane accuse...

AllTheContent

24.3.2021

A 67 anni, il marito di Carolina di Monaco, da cui è separato ma non divorziato, si è presentato davanti alla corte, martedì 23 marzo, per rispondere di aggressioni nei confronti di un agente di polizia e di minacce nei confronti di diversi membri del suo personale «presentandosi in uno stato di alterazione con alcool e farmaci. Nel 2010, il principe era già stato condannato per dei fatti simili: in Kenya aveva picchiato un albergatore», ricorda «Paris Match».

Oltre a numerosi scandali per eccesso di alcol e droghe, Ernesto Augusto di Hannover ha più volte fatto notizia per le sue eccentricità e il suo comportamento aggressivo, che gli è valso il soprannome di "Principe attaccabrighe". I suoi eccessi gli hanno causato anche molti problemi di salute: pancreatite, ulcera, coma etilico durante il matrimonio del figlio Christian...

Sorprendenti confidenze...

Nel primo giorno del processo, il Principe di Hannover si è dichiarato non colpevole ma ha riconosciuto la gravità dei fatti di cui è accusato, spiegando che il suo comportamento era imputabile a un recente intervento chirurgico per rimuovere un cancro, ma soprattutto dal suo rapporto conflittuale con suo figlio, Ernesto Augusto Junior di Hannover. Uno degli avvocati del principe ha aggiunto: "È stato isolato per anni e tradito dal figlio", secondo quanto riporta "Le Dauphiné". Ciò, nonostante tutto, non sembra aver convinto la Corte di Wels, che ha pronunciato nei suoi confronti una pena detentiva di 10 mesi con sospensione della pena.

La lite tra il padre e il figlio è iniziata quando quest'ultimo ha voluto sposare una cittadina russa, un matrimonio a cui il primo si è opposto violentemente. Poi la tensione si è accesa a causa dell'eredità. Infatti, nel 2001, il principe Ernesto Augusto ha donato a suo figlio il castello di Marienburg e la vicina tenuta di Calenberg, ma per via delle condizioni fatiscenti della proprietà, la sua manutenzione per il figlio è diventata troppo costosa. Per poter riaprire il castello ai suoi circa 200.000 visitatori annuali, sono stati necessari lavori di ristrutturazione per quasi 30 milioni di franchi, che nel 2017 hanno costretto il Duca a vendere la proprietà allo stato tedesco alla simbolica cifra di un euro, il che ha reso iracondo il padre.

Il principe di Hannover è particolarmente irritato dalla rimozione dal castello di 100 dipinti e oggetti del valore di 2 milioni di franchi, che sono stati affidati al Museo Nazionale di Hannover. Nei documenti legali, accusa suo figlio di "violare gravemente i suoi diritti e interessi in modo grossolanamente ingrato". Alla fine del 2020, il principe di Hannover ha quindi intentato un'azione legale contro il figlio per costringerlo a "restituirgli il castello di Marienburg e la tenuta di famiglia di Calenberg, nonché il palazzo di Herrenhausen ad Hannover", sempre secondo "Paris Match".

Un principe vendicativo

Il conflitto tra padre e figlio sembra non attenuarsi. In effetti, nel 2017 il principe Ernesto Augusto di Hannover ha boicottato il matrimonio del figlio con Ekaterina Malysheva. Nel 2019 si è rifiutato di partecipare al battesimo di Welf-August, il figlio della giovane coppia. Peggio ancora: si rifiuta di riconoscerlo come erede e successore della casa reale e gli vieta di portare il suo nome, rompendo così la tradizione che richiede che il primogenito di ogni famiglia si chiami Ernesto Augusto...