Fabrizio Corona torna a casa: concessi i domiciliari

Covermedia

16.4.2021 - 11:33

Fabrizio Corona

A far decidere i giudici è lo stato di salute mentale dell'ex fotografo dei vip, che necessita di proseguire il percorso di cure fuori dal carcere.

Covermedia

16.4.2021 - 11:33

Fabrizio Corona ha fatto ritorno a casa.

Dopo un'altra lunga detenzione presso il carcere di Monza, e in attesa che si decida la Cassazione, al 47enne sono stati concessi i domiciliari.

Come riferisce Ansa, a far ricorso contro il provvedimento che aveva rispedito l'ex fotografo dei vip in gattabuia ci avevano pensato il team di legali guidato da Antonella Calcaterra e Ivano Chiesa. A far propendere i giudici verso la concessione dei domiciliari è lo stato di salute mentale di Corona, che necessita di proseguire il percorso di cure fuori dal carcere.

In merito alla situazione si è espresso anche Max Bastoni, consigliere comunale e regionale della Lega nonché segretario della Commissione lombarda Carceri: «Le esigenze di tutela della salute devono prevalere nella fase di esecuzione della pena. Trovo grave che tale circostanza sia stata ignorata nel primo provvedimento».

Nel frattempo, Fabrizio ha fatto sapere al suo fandom come vede la sua situazione, postando sui social un’immagine che mostra l’ombra di un uomo impiccato e un cupo testo di Fëdor Dostoevskij, scritto a suo fratello Mikhail il giorno in cui venne condannato a morte.

«Mi hanno appena detto, fratello caro, che oggi o domani ci fanno partire – si legge sul social – Ho chiesto di vederti. Mi hanno però detto che è impossibile; ti posso soltanto scrivere questa lettera, sbrigati anche tu a darmi un cenno di risposta. Temo che fossi in qualche modo a conoscenza della condanna (a morte). Dal finestrino della carrozza che ci portava sulla piazza d’armi Semënovskij ho visto una marea di gente. Può darsi che la notizia fosse giunta anche a te e che tu stessi in pena per me. Ora sarai più̀ sollevato. Fratello! Non mi sono scoraggiato né perso d’animo».

Covermedia