Fabrizio Frizzi testimonial della ricerca?

CoverMedia

26.1.2018 - 13:12

Covermedia

Ora che è in netta ripresa dal suo malore, il conduttore de L’Eredità si propone come volto della ricerca scientifica.

Reduce da una brutta ischemia cardiaca, Fabrizio Frizzi coglie l’occasione per proporsi al mondo come testimonial della ricerca.

Ancora debilitato dal malore, il conduttore de L’Eredità ha rilasciato una lunga intervista a Il Corriere della Sera, raccontando alcuni retroscena legati al fatidico momento e perché non lega l’episodio alla sua agenda sold-out.

«Fino a poco tempo fa ho pistato anche per 18 ore di seguito. Certo, il nostro è un lavoro che se sbagli un colpo esci fuori dal giro, ma è anche molto divertente e poi ho sempre fatto una vita sana. Però l’età avanza e occorre stare attenti ai sintomi, sono segnali importanti che ti invia il corpo, vanno raccolti e io, evidentemente, non sono stato attento. Ora lo devo essere soprattutto per mia moglie e mia figlia», spiega Fabrizio Frizzi al quotidiano, proponendosi inoltre come volto pubblico della ricerca.

«Non so se mia figlia abbia capito quanto è accaduto, abbiamo cercato di proteggerla, ma so che i bambini capiscono molto più di quanto immaginiamo: ogni giorno giochiamo insieme, è il suo modo di sorreggermi, mi dà l’energia per continuare a combattere. E se uscirò vincitore da questa vicenda, mi dedicherò maggiormente a fare il testimonial per la ricerca scientifica».

Tornare alla home page

CoverMedia