Epidemia Fedez riflette sulla quarantena: «Ho capito che i miei privilegi sono una risorsa»

CoverMedia

28.4.2020 - 11:10

Source: Covermedia

Il rapper e sua moglie Chiara Ferragni hanno lanciato la campagna fondi che ha aiutato il San Raffaele di Milano ad aprire un’altra area di terapia intensiva.

A Fedez il distanziamento sociale è stato utile per riflettere.

La quarantena è stata promulgata dai governi di quasi tutto il mondo per limitare il contagio da Covid-19, stoppando molte realtà lavorative e cambiando la dinamica di tanti nuclei famigliari.

Il privilegio? Una risorsa anziché una colpa

La vita di Fedez ha subìto una chiusura verso la famiglia, portando il musicista a rimuginare su alcune situazioni che da tempo lo assillano: il suo status e come impiegarlo per aiutare il prossimo.

«Questo periodo mi ha aiutato a chiudere un ciclo di cambiamento della mia vita che avevo iniziato da più di un anno. Per anni ho vissuto la mia condizione di privilegio come una colpa piuttosto che una risorsa da mettere a disposizione per gli altri», scrive Fedez in una delle sue stories su Instagram.

«Da soli si può fare tanto, ma uniti si può fare tutto»

A marzo, il rapper e sua moglie Chiara Ferragni hanno lanciato attraverso una donazione personale di 100mila euro la campagna fondi che ha aiutato il San Raffaele di Milano ad aprire un’altra area di terapia intensiva, totalizzando oltre 4 milioni di euro.

«È innegabile che la ripartenza sarà segnata da grandi difficoltà per tanti italiani. Mi sento di dirvi che io e la mia famiglia cercheremo di fare la nostra parte per dare una mano ad affrontare i numerosi ostacoli che il nostro paese si troverà davanti da qui ai prossimi mesi. Da soli si può fare tanto ma uniti si può fare tutto».

Curiosità da star

Tornare alla home page

CoverMedia