Golden Globes: è standing ovation per Oprah Winfrey

CoverMedia

8.1.2018 - 13:13

Covermedia

L’attrice e conduttrice ha pronunciato un emozionante discorso contro gli abusi e le diseguaglianze sociali.

Oprah Winfrey è stata acclamata durante la cerimonia di premiazione dei Golden Globes, in seguito a un emozionante discorso contro gli abusi e le ineguaglianze sociali.

Durante lo show del Beverly Hilton Hotel, l’attrice e conduttrice televisiva è stata premiata con il Cecil B. DeMille Award, divenendo la prima donna afro-americana a ricevere il prestigioso riconoscimento.

E, nel suo discorso di ringraziamento, ha ricordato le sue umili origini e i traguardi raggiunti partendo dai bassifondi: «Nel 1964 ero piccola, ma seduta su un pavimento di linoleum vedevo Anne Bancroft pronunciare quelle cinque parole che hanno cambiato la storia: "L'Oscar va a Sidney Poitier". Arrivò l'uomo più elegante che avessi mai visto, non avevo mai visto un uomo nero che veniva acclamato. Cosa significa per una bambina vederlo in tv da un sofà economico mentre la mamma entrava distrutta dopo aver pulito le case degli altri? Oggi è un grande privilegio essere la prima donna nera a ricevere questo premio e non dimentico che ci saranno altre ragazzine che stanno guardando la tv in questo momento».

Oprah ha poi ringraziato i giornalisti per il loro lavoro di inchiesta, in un periodo in cui a Hollywood imperversano gli scandali sessuali.

«Ringrazio la stampa, oggi più che mai, per ciò che fa in questo periodo di grande difficoltà».

Un tributo speciale la Winfrey lo ha offerto alle donne e alle molte attrici scese in campo per raccontare le loro storie di abusi.

«Per troppo tempo le donne non sono state ascoltate o credute - ha dichiarato -. Quelle che avevano il coraggio di parlare, finivano per essere vittime di questi uomini potenti. Ma il loro tempo è finito!», ha detto la star guadagnandosi la standing ovation.

Oprah e la maggior parte delle star presenti alla cerimonia hanno deciso di presentarsi sul red carpet con degli abiti neri per lanciare un messaggio di protesta.

La Winfrey, al pari di molti colleghi e colleghe, ha aderito al movimento Time’s Up, la nuova campagna solidale con cui uomini e donne del mondo dello spettacolo hanno preso posizione contro gli abusi, le molestie e i ricatti a sfondo sessuale.

Tornare alla home page

CoverMedia