Il battesimo del «royal baby» dovrebbe rompere con la tradizione

AllTheContent

5.7.2019 - 10:32

Il principe Harry, sempre pronto a far sorridere il suo uditorio.
Keystone

È il quotidiano britannico «Daily Mail» che ha annunciato la notizia. Archie, il «royal baby» di Meghan Markle e del principe Harry sarà presto battezzato. Come si svolgerà l'evento? E chi saranno padrino e madrina? I genitori in ogni caso hanno già scelto di infrangere in qualche modo il protocollo…

Il «royal baby» tanto atteso, figlio del principe Harry e di Meghan Markle, è nato lo scorso 6 maggio. Come da tradizione, domenica scorsa il «Daily Mail» ha rivelato che il battesimo del principino avrebbe avuto luogo a breve. Infatti, sarà celebrato a due mesi esatti di vita, ovvero il 6 luglio. Dove si terrà la cerimonia? Chi saranno gli invitati? Come sempre, Meghan e Harry hanno previsto di rompere con la tradizione…

Svelato l'invito del battesimo

Uno dei primi eventi solenni della vita del giovanissimo Archie Harrison avrà luogo sabato 6 luglio nella cappella privata del castello di Windsor, ad ovest di Londra. Il battesimo, contrariamente a quanto si pensasse, non si svolgerà dunque nella cappella Saint-George di Windsor, luogo in cui Meghan ed Harry si erano detti «sì» nel maggio 2018. E ci sarà un numero ristrettissimo di invitati, circa 25 persone, che al riparo dagli sguardi, dovrebbero assistere alla cerimonia, informa Rebecca English, esperta di teste coronate, sul suo account Twitter. Fatta eccezione per i diversi membri della famiglia reale, è difficile prevedere chi sarà invitato all'evento, riporta «Paris Match». In compenso, circolano già nomi celebri circa le persone che potrebbero essere scelte nel ruolo di padrino e madrina del bambino.

Padrino, madrina: chi saranno i fortunati eletti?

Tra coloro che potrebbero essere designati come madrina e padrino di Archie, figurano persone vicine ai due genitori. Jessica Mulroney, stilista e amica di Meghan, Amal Clooney, attrice e moglie di George, la tennista Serena Williams, o ancora Charles Mark Dyer, una guardia reale di origine gallese, che stranamente somiglia al suo amico Harry…

Per il momento non è stato confermato alcun nome, ma per rivestire questo ruolo privilegiato, i fortunati che saranno prescelti dovranno sicuramente mostrarsi irreprensibili di fronte alla famiglia reale.

Una nuova violazione del protocollo

Per i battesimi dei loro tre figli – George, Charlotte e Louis –, il principe William e Kate Middleton avevano accettato la presenza dei media. Smarcandosi un'altra volta dalle abitudini in vigore, Meghan e Harry hanno, dal canto loro, preferito tenere lontani i giornalisti, al fine di preservare il figlio, che vorrebbero far crescere lontano dalle telecamere.

Una cerimonia nella più stretta intimità, che non permetterà neppure al pubblico di vedere il piccolo Archie. Mentre Kate e William avevano presentato i loro bebè alla folla una volta battezzati, il duca e la duchessa del Sussex faranno uno strappo alla regola. Soltanto pochi scatti saranno postati sull'account Instagram ufficiale della famiglia reale, «Sussex Royal» nei giorni seguenti al battesimo, precisa Rebecca English.

Una tradizione messa in discussione

Altra tradizione subito messa in discussione dalla coppia, è quella della tata: sembra che il «royal baby» non sarà seguito da una baby sitter formatasi presso la prestigiosa scuola Norland – da cui escono normalmente le «royal nannies». Sarà infatti ad una tata americana – e forse a un uomo – che si affideranno i giovani genitori, spiega «Madame Figaro». Senza dubbio per garantire che ad Archie venga trasmessa la cultura in cui è stata sempre immersa sua madre.

Le prime foto di Archie

Tornare alla home page