Spettacolo

Ilona Staller: «Ero una spia per gli 007 ungheresi»

CoverMedia

21.6.2018 - 16:34

Source: Covermedia

L’ex diva del porno ha raccontato a Peter Gomez come da cameriera di un albergo sul Danubio è finita a collaborare per i Servizi Segreti del suo Paese.

Ilona Staller è stata una spia per gli 007 ungheresi.

A svelare la notizia shock la stessa 66enne, che ospite de La Confessione ha condiviso col pubblico da casa il suo turbolento passato nella Budapest degli anni Ottanta.

«Lei è stata una spia dei servizi segreti ungheresi, nome in codice “Coccinella”: mi spiega come avveniva il reclutamento?», chiede Peter Gomez a Ilona Staller, facendole rievocare il suo passato di 20enne sempre a corto di denaro.

«Sono andata a lavorare come cameriera in uno dei più grandi hotel sul Danubio, l’Intercontinental. Un giorno – rivela – la direttrice mi chiama in privato dicendomi: “Tre persone la stanno cercando, vorrebbero conoscerla”».

Si tratta proprio dei Servizi Segreti ungheresi, interessati a collaborare con Ilona.

«I tre uomini mi hanno domandato: “Le piacerebbe guadagnare più soldi signorina?”. Io ho detto: “A chi non piacerebbe?”. E loro: “Noi vorremmo che faccia amicizia con gli ospiti dell’hotel: commercianti, uomini di affari, ministri. Porti loro il gelato, la frutta, e chieda il motivo del loro viaggio in Ungheria”».

In seguito la Staller temendo per la propria incolumità, farà dietrofront.

«Dopo un po’ ho lasciato perché era diventata una cosa molto pericolosa, ho visto che mi seguivano — confessa —. Ho avuto paura che mi ammazzassero».

Tornare alla home page

CoverMedia