Jim Carrey: «Ho vinto la depressione»

CoverMedia

1.12.2017 - 14:54

Covermedia

L’attore è guarito dalla condizione psicologica, che lo ha attanagliato all’apice della sua carriera.

Jim Carrey è guarito dalla depressione.

L’attore 55enne è riuscito a sconfiggere i demoni che lo hanno perseguitato per molti anni, soprattutto quando la sua carriera, grazie a film di successo come «The Mask» e «Ace Ventura», era giunta all’apice del suo successo.

«A questo punto della mia vita, posso dirlo: non ho la depressione - ha dichiarato a un tabloid britannico -. L’ho avuta per molti anni, ma adesso la tempesta è alle spalle. Ci sono dei momenti bui, ma non sono più così lunghi da trascinarmi a fondo».

«Mi stanno capitando delle cose positive, ma anche nelle cose positive c’è qualcosa di oscuro… Negli ultimi due anni ci sono state persone che hanno tentato intenzionalmente di rompere un pezzo del Santo Graal per il loro interesse, ma il Santo Graal non è qualcosa che puoi rompere. Lo hanno capito sulla loro pelle e non è piacevole».

Jim è probabile che si riferisca alle accuse avanzate dai familiari dell’ex fidanzata suicida Cathriona White, che lo hanno dichiarato come unico responsabile delle ragioni che hanno spinto la ragazza all’estremo gesto.

Nonostante tutto, però, Jim è riuscito a rimanere a galla: «Sto bene, nonostante tutta la mer*** che mi è stata buttata addosso e che conoscete bene. C’è molta soddisfazione nel guardare indietro a tutto ciò».

Jim è ancora uno degli attori più pagati a Hollywood e presto tornerà con la nuova serie televisiva Kidding, che debutterà nel 2018.

Ciononostante, per la star la carriera non riveste la priorità che aveva un tempo: «Sono libero da questo business. Non sono io il business. Non mi importa di quello che penserà la gente quando sarò morto. Voglio solo che la gente si ricordi di me per l’energia positiva che sono riuscito a trasmettere e per il buon profumo che lascio alle mie spalle».

Tornare alla home page

CoverMedia