Spettacolo

Madonna batte Bruce Springsteen: nona volta in testa a Billboard 200

CoverMedia

24.6.2019 - 11:12

the Heavenly Bodies Fashion  The Catholic Imagination Costume Institute Gala at The Metropolitan Museum of Art on May 7, 2018 in New York City.

Featuring: Madonna
Where: New York, New York, United States
When: 08 May 2018
Credit: Andres Otero/WENN.com
the Heavenly Bodies Fashion The Catholic Imagination Costume Institute Gala at The Metropolitan Museum of Art on May 7, 2018 in New York City. Featuring: Madonna Where: New York, New York, United States When: 08 May 2018 Credit: Andres Otero/WENN.com
Source: Andres Otero/WENN.com

Con 95mila copie in una settimana, Madame X supera Western Stars, il nuovo disco del “Boss”.

Madonna raggiunge per la nona volta in carriera la posizione numero uno delle classifiche americane, superando il divo del rock Bruce Springsteen.

Il nuovo album della Regina del Pop, Madame X, si è piazzato al primo posto della Billboard 200, il che significa che il disco ha venduto 95mila copie a una sola settimana dal suo rilascio.

L’ultima volta che Madge raggiungeva un traguardo simile era il 2012 con MDNA. La prima volta è invece risalente al lontano 1985 con Like a Virgin.

Madonna ora insegue Barbra Streisand per quanto riguarda le donne. Lontani invece i Beatles che hanno raggiunto il primo posto ben 19 volte, seguiti da Jay-Z con 14.

Sia Madame X, sia Western Stars, l’album di Springsteen, sono usciti il 14 giugno.

Madonna ha conquistato la prima posizione della classifica pubblicata da Billboard, mentre Springsteen si è dovuto accontentare del secondo posto.

Madame X è infarcito di collaborazioni con artisti latini, come Maluma, Anitta e Quavo: una scelta influenzata dalla nuova vita della 60enne star, trasferitasi due anni fa in Portogallo.

Intervistata in esclusiva da RTL 102.5, Madonna ha dichiarato: «Ho scelto questi artisti per amicizia, tutti quelli con i quali ho lavorato è perché li ho conosciuti attraverso altre persone ed amici. Ci siamo piaciuti, abbiamo parlato di eventuali collaborazioni e poi ci siamo messi a lavorare insieme».

Tornare alla home page

CoverMedia