Mahmood: «Sento la mancanza del tempo perduto»

CoverMedia

7.4.2020 - 13:16

Source: Covermedia

L’autore di «Soldi» è in isolamento con la madre e a parte qualche sporadica litigata, «tutti i giorni sono uguali».

L’isolamento di Mahmood sta diventando una gabbia.

Da quando ha chiuso le porte al mondo esterno il cantante di «Soldi» si trova in quarantena con sua madre. Tuttavia, la lunga convivenza forzata porta spesso entrambi a furiose litigate.

«Sono giorni tutti uguali. Mi alzo tardissimo, rispondo alle mail, gioco un po' con Nintendo, poi mi dedico alla scrittura», rivela Mahmood nella sua intervista a La Stampa.

«Io e mia madre ogni tanto ci scanniamo, ma abbiamo trovato un nostro ritmo - spiega il cantante - È difficile perché abbiamo i ritmi sballati. Io vado a letto all'1 e mi addormento alle 5, poi mi sveglio alle 2 e faccio colazione, quando lei pranza. Ho un fuso americano, però mi dà fastidio svegliarmi alle 2, sento tanto la mancanza del tempo perduto».

Per riempire le lunghe giornate l’ex vincitore di Sanremo guarda tante serie tv e si diletta ai videogiochi.

«Più che altro le serie, su Netflix. Una delle ultime è “Elite”, spagnola, che parla di un omicidio ai tempi del college. In realtà guardo poco anche le serie: se vedi una puntata devi andare avanti e diventa una schiavitù. Poi guardo la cronaca delle brutture che viviamo. Resisteremo. Abbiamo la responsabilità di rispettare quelli che rischiano la vita tutti i giorni, ho un caro amico medico, vedo le foto che posta, e mi racconta. Bisogna aspettare e rispettare, la gente sta morendo. Alla fine, in casa, siamo come bambini che non sono mai felici».

Tornare alla home page

CoverMedia