Abusi sessuali

Marilyn Manson prova a smontare le accuse dell’ex Esmé Bianco

Covermedia

29.7.2021 - 13:11

Marilyn Manson

Il legale del rocker chiede l’archiviazione delle denunce dell’attrice: «Sta provando a sfruttare il movimento #MeToo».

Covermedia

29.7.2021 - 13:11

Marilyn Manson rispedisce al mittente le accuse di abusi sessuali, rivoltegli dall’ex Esmé Bianco.

Howard King, legale del rocker, ha firmato una mozione affinché le denunce per stupro e molestie sessuali avanzate dalla star de «Il Trono di Spade» vengano definitivamente archiviate.

Nel documento, l’avvocato descrive le affermazioni della Bianco come «false e inutili, e come la componente chiave per un attacco coordinato con altre accusatrici».

Secondo King, l’attrice starebbe cercando «in modo cinico e disonesto di monetizzare e approfittare del movimento #MeToo».

Come riportato da Variety, l’attrice ha accusato Manson di averla drogata e minacciata con la forza, obbligandola a compiere degli atti sessuali.

Precedentemente, il musicista era stato attaccato anche da un’altra ex, Evan Rachel Wood, sempre per reati a sfondo sessuale.

A febbraio, in un’intervista concessa a The Cut, Esmé ha raccontato di aver conosciuto il cantante attraverso l’ex moglie, Dita Von Teese. Manson propose all’epoca alla modella di prendere parte al video musicale di «I Want to Kill You Like They Do in the Movies».

Alcuni anni dopo, tra i due nacque una relazione: un rapporto fatto di abusi e che ha lasciato nella Bianco segni nel corpo e nell’anima.

Alla luce delle accuse, Manson è stato scaricato dal suo manager e dalla sua casa discografica.

L’artista si è sempre dichiarato innocente.

A giugno, Marilyn si è consegnato alla polizia del New Hampshire per un altro reato: nel 2019 infatti avrebbe aggredito un cameraman durante uno show. Poco dopo è stato rilasciato su cauzione.

Covermedia