Martin Scorsese: un appello ai politici per aiutare il cinema

CoverMedia

2.10.2020 - 13:14

2020 National Board Of Review Gala held at Cipriani 42nd Street Featuring: Martin Scorsese Where: New York, United States When: 08 Jan 2020 Credit: Julie Shea/Cover Images
Source: Julie Shea/Cover Images

Il regista di «Gangs of New York» e numerosi colleghi tra cui James Cameron e Clint Eastwood uniscono le forze contro la crisi Covid.

Martin Scorsese, insieme ad oltre 70 registi tra cui Clint Eastwood e James Cameron, lanciano un appello ai politici degli Stati Uniti d’America in favore dell’industria del cinema, attualmente in crisi a causa della pandemia del Covid-19.

I registi e i boss della National Association of Theater Owners, della Directors Guild of America e della Motion Picture Association hanno firmato una lettera indirizzata direttamente a Washington D.C..

«Andare al cinema, come esperienza, è al centro della vita degli americani», recita la lettera, cui destinatari sono tutti i membri dei partiti repubblicani e democratici, nel senato e nella Camera dei rappresentanti. «L’anno scorso 268 milioni di persone nel Nordamerica si sono recate al cinema, per ridere, piangere, sognare e commuoversi insieme».

A parere dei director il cinema è un «grande unificatore», ma senza fondi non potrà sopravvivere all’impatto della pandemia.

Tra i 70 registi ci sono anche Judd Apatow, Greta Gerwig, Christopher Nolan, Jordan Peele, Wes Anderson e Ang Lee.

«Il cinema è un'industria essenziale, che rappresenta il meglio del talento americano e la creatività che ha da offrire. Ma ora temiamo per il suo futuro».

Attualmente alcuni cinema hanno riaperto le loro porte, ma la maggior parte resta chiusa. Secondo il sito di film Deadline, il 69% dei cinema piccoli o di media grandezza sarà costretto a dichiarare bancarotta o chiudere permanentemente se non riceve un sussidio del governo.

Tornare alla home page

CoverMedia