Mick Jagger ricorda il produttore Steve Bing, suicidatosi con un volo dal 27esimo piano

CoverMedia

24.6.2020 - 11:12

Il rocker offre un tributo all’uomo d’affari, che nel 2008 finanziò «Shine a Light», il documentario di Martin Scorsese sui Rolling Stones.

Mick Jagger omaggia il produttore Steve Bing, dopo aver appreso la notizia shock del suicidio dell’uomo d’affari.

Il 55enne, che nel 2008 finanziò il documentario di Martin Scorsese «Shine a Light» sui Rolling Stones, si è tolto la vita, lanciandosi dal 27esimo piano.

«È davvero triste la notizia della morte di Steve Bing. Era un amico gentile e generoso e ci ha sostenuto in molte buone e giuste cause. Mi mancherà moltissimo», ha condiviso Jagger.

Steve è stato a lungo fidanzato con Elizabeth Hurley, da cui ha avuto un figlio, Damian.

«È un momento molto strano e confuso e sono immensamente grato di essere circondato dalla mia fenomenale famiglia e dai miei amici», ha scritto il 18enne sui social media, mentre la madre ha aggiunto: «Sono triste e incredula nel pensare che il mio Steve non sia più con noi».

«È una fine terribile. Il nostro periodo insieme è stato molto felice e condivido queste foto perché, anche se abbiamo attraversato dei momenti difficili, a contare sono i meravigliosi ricordi di un uomo buono e dolce. È una notizia devastante e ringrazio tutti per i vostri messaggi».

Per Bing, da tempo in lotta contro la depressione, sarebbe stata fatale la mancanza di contatti umani durante il lockdown per il coronavirus.

Tornare alla home page

CoverMedia