Morgan e lo sfratto: lo sfogo a Non è la d’Urso

13.6.2019 - 13:15, CoverMedia

Source: Covermedia

Il cantante si ribella al provvedimento del giudice e rivendica il suo diritto: «Lo sfratto è una cosa profondamente sbagliata. Questa casa è l'unica che ho, io lavoro qui».

Nell’ultima puntata di Non è la d’Urso Morgan ha replicato alle accuse di Asia Argento.

Fra pochi giorni il cantante verrà sfrattato e la sua casa venduta all’asta, vicenda su cui si era espressa anche l’ex moglie, che prima di chiudere il suo profilo Instagram gli aveva scritto: «Che mestizia Morgan. Sei un miracolo ambulante, forse dalla panchina sulla quale finirai per dormire per non aver pagato le tasse per anni avrai modo di riflettere e riuscirai a scrivere un disco dopo 12 anni e drogarti sarà meno facile! Aripijate!».

Ospite nuovamente del talk show, l’ex frontman dei Bluevertigo ha più volte puntualizzato che la sua casa non è un luogo qualsiasi, come lui non è una persona comune, e che lo Stato lo vuole mettere in pericolo.

«Questa non è una casa è un'opera d'arte e lo Stato che fa, mi vuole uccidere?», ha dichiarato Morgan a Live - Non è la d’Urso, secondo Leggo. 

«Lo sfratto è una cosa profondamente sbagliata, io sono un'artista non una persona comune, questa casa è l'unica che ho, io lavoro qui». Poi, dopo aver più volte detto di non voler parlare di Asia Argento, sbotta: «Lei è una grande insegnante di tossicodipendenza».

L’affermazione ha lasciato Barbara sbigottita, ma è stata confermata da Morgan con le parole: «Parlo di Asia», che ha poi ritrattato dicendo, «…ah no no è una mia canzone, sto alludendo alla canzone».

Tornare alla home page

Altri articoli