Sussex e Windsor a confronto

Per Archie, Meghan e Harry hanno scelto una tata informale

AllTheContent

16.9.2019

Il piccolo Archie è stato battezzato quest'estate. Sono state diffuse soltanto poche foto ufficiali. 
Il piccolo Archie è stato battezzato quest'estate. Sono state diffuse soltanto poche foto ufficiali. 
Instagram @charlottegeorgelouisarchie

Matrimonio, apparizioni pubbliche, rispetto del protocollo… le coppie principesche – Harry/Meghan e William/Kate – sono spesso messe a confronto e scrutate nelle loro differenze. Lo stesso si può dire riguardo l’educazione dei loro figli. Il principe Harry e Meghan Markle, diventati da poco genitori, hanno scelto per il piccolo Archie una tata dalle regole meno rigide rispetto ai loro parenti.

Ancora una volta, Harry e Meghan mostrano di non voler fare nulla come gli altri… Dopo il battesimo per pochi intimi di quest’estate, rigorosamente al riparo dai media, i due scelgono di affidarsi al servizio di una tata piuttosto informale per prendersi cura del piccolo Archie. Una nutrice in ogni caso meno legata alle regole, rispetto a quella assunta da William e Kate per crescere i loro bambini, come riporta «Gala». Ma quali sono i principi educativi per cui le due coppie principesche non sono d’accordo?

«Non è Mary Poppins»

In pubblico come in privato, Harry e Meghan sono decisamente meno inclini a seguire le regole del protocollo. Per crescere il piccolo Archie, hanno recentemente dovuto fare appello a una baby sitter. Fin qui, niente di strano. Ma ecco che anche questa scelta è stata un’occasione in più per smarcarsi dalla scia di William e Kate che, per i loro tre bambini, hanno fatto ricorso a una tata molto diversa. Colei che insegna le buone maniere a George, Charlotte e Louis è infatti Maria Borello, diplomata nella prestigiosa scuola Norland College, un istituto conosciuto per il suo rigore e il rispetto delle tradizioni.

I genitori di Archie, invece, preferiscono che il loro bambino cresca all’insegna della libertà, con uno stile ben distante da quello adottato normalmente nella famiglia reale. I genitori non obbligano quest’impiegata ad indossare l’uniforme, anzi la coppia preferirebbe addirittura una tenuta più casual. Omid Scobie, un giornalista specializzato nelle questioni della Corona britannica, ha spiegato a «Yahoo UK»: «Una delle cose che Harry ha detto è stata: “Non voglio una donna in uniforme accanto al mio bambino. Non è Mary Poppins, avremo una famiglia normale”». Una maniera soft da parte dei giovani genitori per mandare all’aria le convenzioni…

«Il lavoro più intimo»

Occorre ricordare che gli stessi William ed Harry quando erano bambini sono stati costantemente a contatto con una tata. Sanno dunque fino a che punto la scelta di questa figura sia importante! «Una nutrice reale è certamente il lavoro più intimo che si possa svolgere all’interno della casa regnante, perché lei è presente in tutto, è al centro della famiglia», ricorda così il commentatore Omid Scobie. E, come naturale conseguenza di ciò, Harry e William sono sempre rimasti vicini alle donne che si sono occupate di loro. Non a caso, come riporta «Purepeople», i due fratelli hanno sofferto molto nel 2012 per la morte di Olga Powell, la tata che ha visto crescere i principi. Il duca di Sussex spera senza dubbio, a sua volta, che questa scelta favorisca una relazione di vicinanza tra Archie e la sua tata.

Una vita normale, o quasi

Questo vento di libertà che soffia nella famiglia di Harry e Meghan sembra il risultato di una scelta chiara. I genitori di Archie tengono non soltanto al fatto che il figlio abbia una vita il più possibile normale, ma anche che cresca in un universo aperto. Un tema importante è la doppia cultura britannica e statunitense nella quale il piccolo deve costruire la sua identità. Meghan Markle, sposando Harry e poi decidendo di avere un bambino, non ha infatti mai nascosto l’importanza di trasmettere a suo figlio i princìpi educativi che le appartengono.

Meno pressioni di protocollo e regole formali, una vita quotidiana più semplice … il primogenito di Meghan ed Harry è già ben protetto dai media, e resta così al riparo dalle telecamere, dai giornalisti e dal pubblico. L’educazione del piccolo Archie dovrebbe sicuramente rivelarsi molto diversa da quella dei suoi cugini.

Le prime foto di Archie

Tornare alla home page