Spettacolo

Pietro Maso a L’Intervista di Costanzo: è polemica

CoverMedia

4.10.2017 - 12:54

Covermedia

(Cover) - IT Television - Social in rivolta in seguito alla decisione di Maurizio Costanzo di invitare Pietro Maso nella prima puntata de L’Intervista.

Maso è il protagonista reo confesso di uno dei più scabrosi casi di omicidio a sfondo familiare della cronaca nera italiana: nel 1991 con l’aiuto di tre amici, l’uomo, all’epoca poco più che 20enne, uccise entrambi i genitori per ottenere un più immediato accesso all’eredità.

Condannato a 30 anni di detenzione, Maso ne ha trascorsi 22 dietro le sbarre ed è tornato in libertà dopo essere stato ammesso in una clinica psichiatrica.

Costanzo ha lanciato un promo dell’intervista, in cui a parlare è lo stesso criminale: «Sono Pietro Maso, ho 46 anni, e ho scelto di raccontare la mia vita fino ad oggi, con tutte le maschere e tutte le corazze che ho portato per vivere. Non so cosa avverrà, ma sicuramente avrete di fronte una persona autentica che si lascia trasportare e vive il momento. Per raccontare una storia così ci vuole molto coraggio ed essere sinceri».

Poi la frase che ha fatto indignare maggiormente il popolo web: «Penso che i miei genitori mi accompagneranno a essere veramente la persona di oggi, una persona nuova».

Sulla questione è intervenuto il presidente dell’Aiart (l’Associazione Italiana Telespettatori): «Legittimo costruire dei personaggi in tivù ma ci si aspetterebbe che le persone partissero da presupposti diversi. Perciò anche questo nuovo caso di un assassino in tivù sa tanto dell’ennesima telenovela costruita mediaticamente. Ma non siamo censori: ognuno deciderà se vedere o meno Maso in tivù e se lo farà eserciterà il proprio senso critico».

La prima puntata de L’Intervista andrà in onda giovedì 5 ottobre su Canale 5 alle 23.20.

Cover Media

Tornare alla home page

CoverMedia