Spettacolo

Riki Marcuzzo: «Sono maniacale»

CoverMedia

5.10.2017 - 16:39

Covermedia

(Cover) - IT Italian Stars - Riki Marcuzzo ha sfornato il suo secondo album.

«Se parlassero di noi» arriva a soli 5 mesi di distanza dal clamoroso successo raccolto con «Perdo le parole», brando d’esordio che ha permesso al cantante, nato sul palco di Amici, di conquistare il pubblico nazionale.

«Forse 5 mesi non pochi, ma gli straordinari risultati di “Perdo le parole”, che è un Ep di sole sette canzoni, mi hanno convinto a realizzare subito un vero e proprio album con alcuni dei brani che avevo tenuto da parte», ha dichiarato Riki a TV Sorrisi e Canzoni, spiegando i retroscena che lo hanno portato a battezzare il primo singolo «Mania».

«Potrei inventarmi una spiegazione profonda, ma la verità è molto più semplice: Riki e Mania letti di fila suonano benissimo. È anche vero, però, che il titolo riflette il mio essere maniacale in quello che faccio. Non posso negarlo, sono un vero rompiscatole e mi fido solo del mio gusto».

A novembre il 25enne si esibirà per la prima volta dal vivo in una serie di date, fra cui all’Alcatraz di Milano e all’Atlantico Live di Roma: debutto che ha già assicurato al cantante due sold-out.

«Io in realtà volevo subito i palazzetti, i 3mila posti dell’Alcatraz di Milano, per esempio, mi sembravano pochi e per questo ho protestato con Francesco (Facchinetti, il manager di Riki, ndr) ma poi ho capito che aveva ragione lui. Essere accolti da 6mila fan in un centro commerciale per firmare autografi non ti garantisce il tutto esaurito al Forum di Assago, non funziona così. Al limite si fa sempre in tempo a spostare il concerto in un posto più grande».

Cover Media

Tornare alla home page

CoverMedia