Salvatore Esposito su «Gomorra - La serie»: «Non so quando riprenderemo i lavori»

CoverMedia

29.4.2020 - 11:12

Source: Covermedia

L’ultimo post dell’attore napoletano è colmo di sconforto a causa della precarietà che ora ammanta il mondo dell’audiovisivo.

Salvatore Esposito ha sfogato in un post social la sua frustrazione per il lungo lockdown lavorativo.

L’attore napoletano è uno dei volti principali di due amate serie tv, «Gomorra - La serie» e «Fargo», le cui nuove stagioni sono attualmente rimandate a data da destinarsi.

Per evitare il contagio di Covid-19, le stringenti normative emanate dai governi hanno messo in quarantena quasi ogni settore lavorativo. Ci sono tuttavia ambiti, che più di altri stanno soffrendo il blocco, come il mondo dello spettacolo e del cinema, ricchi di altre sottocategorie a loro volta quarantenate dalla pandemia.

«Amici, in molti mi state scrivendo e chiedendo quando potremo riprendere le riprese dei progetti a cui ho preso parte, #Fargo e #Gomorra5 su tutti. In realtà io non lo so. In realtà nessuno lo sa», scrive Salvatore Esposito su Instagram rispondendo alle pressanti domante dei suoi fan.

«Questo però amici miei è un problema che si somma ai tanti problemi che, purtroppo, già abbiamo. Si perché l'audiovisivo è quel settore che permette a centinaia di Attori, Registi, Maestranze varie, Ristoratori, Studios, Sceneggiatori, Agenzie etc etc etc di lavorare - spiega l’attore -. Stiamo parlando di centinaia di migliaia di persone. L'audiovisivo ci ha tenuto compagnia in questa quarantena forzata, ma soprattutto l'audiovisivo è fatto da tantissimi lavoratori che prendono uno stipendio normalissimo e che senza un futuro si ritroveranno in una situazione disastrosa. Quindi mi rivolgo a chi di dovere, visto che ora (speriamo) risolleverete la nostra Sanità, provvederete alla nostra Economia, beh , vi preghiamo noi ITALIANI, non fate morire la nostra Arte e la nostra Cultura così come questo maledetto Covid-19 ha fatto morire i nostri cari».

Tornare alla home page

CoverMedia