Seconda serata: tripudio per i Ricchi e Poveri, volano alto gli ascolti

ANSA

6.2.2020 - 01:45

Si spengono le luci sulla seconda serata di Sanremo 2020 che, fra siparietti comici, emozionanti duetti e grandi ritorni, vede primo in classifica Francesco Gabbani. Ascolti al top.

Grandi numeri anche per la seconda serata di Sanremo 2020 seguita da 9 milioni 962mila telespettatori, pari al 53.3% di share: è il miglior risultato degli ultimi 25 anni.

Sul fronte delle esibizioni sembra che Francesco Gabbani sia pronto a bissare il successo di tre anni fa. È lui infatti a dominare la classifica stilata dalla Giuria Demoscopica, i cui voti si aggiungeranno nei prossimi appuntamenti a quelli della sala stampa e del televoto. 

Con il brano «Viceversa» il cantante di Carrara si è piazzato al primo posto sia della graduatoria della seconda serata, sia di quella complessiva in cui sono stati sommati i voti assegnati ai Big esibitisi nella serata precedente.

Nella classifica generale completano il podio Le Vibrazioni e Piero Pelù. Chiude invece Junior Cally, il controverso rapper su cui si è sollevato un polverone per alcuni testi ritenuti sessisti e violenti.

Per quanto riguarda le Nuove Proposte, con il 51% delle preferenze, passa alla semifinale Fasma con il brano «Per sentirmi vivo». Il giovane artista ha battuto il duo Martinelli e Lula che presentavano il brano «Il gigante d'acciaio». 

Siparietti comici, grandi ritorni...

Inizio della seconda serata esilarante: Fiorello entra in scena vestito da Maria De Filippi, da cui riceve una telefonata in diretta. Il pubblico è esaltato dal siparietto del presentatore siciliano.

Amadeus, dal canto suo, è stato accompagnato da Emma D’Aquino e Laura Chimenti del TG1, e dall’icona della disco music anni ’80 Sabrina Salerno.

Il primo cantante ad esibirsi nella seconda serata è Piero Pelù, che dedica la sua canzone "Gigante" al nipotino, senza rinunciare alla consueta grinta rock. Si sono poi succeduti i Ricchi e Poveri nella loro formazione originale, Zucchero e Gigi D’Alessio, che ha celebrato i 20 anni di «Tu che ne sai», presentata al festival nel 2000.

...emozionanti duetti e ospiti inattesi

Momenti di grande emozione quelli regalati da un duetto assolutamente imperdibile per gli amanti del bel canto: Tiziano Ferro si esibisce insieme al suo idolo di sempre Massimo Ranieri. La loro "Perdere l'amore" fa cantare tutto l'Ariston e strappa la standing ovation.

Colpo di scena all'Ariston per la presenza del n.1 del mondo di tennis Novak Djoković cui Fiorello chiede di fare qualche scambio con racchette e pallina. Desiderio esaudito. Tripudio in sala.

Il carnevale di Rio sul palco dell'Ariston

Con l'arrivo di Elettra Lamborghini, il palco di Sanremo 2020 si trasforma in un Sambodromo. In una tuta fasciante color oro e cipria con pantaloni ricchi di rouches, l'erede della casa automobilistica tenta di dare una scossa al festival. Sul finale del suo brano Musica (e il resto scompare) si conferma anche twerking queen.

Ad annunciarla, le giornaliste del Tg1 Emma D'Aquino e Laura Chimenti, molto eleganti ma un po' ingessate nel ruolo di annunciatrici.

La ReuniON dei Ricchi e Poveri parte da Sanremo

«La prima cosa bella» oggi è solo una: «l'amicizia». Lo dicono all'unisono i Ricchi e Poveri, a Sanremo per festeggiare i 50 anni della hit portata al successo con Nicola Di Bari.

L'entusiasmo per l'inaspettata ReuniON del quartetto è tangibile sin dal loro arrivo in sala stampa. Angela Brambati, Marina Occhiena, Angelo Sotgiu e Franco Gatti sono sempre rimasti nell'immaginario collettivo la brunetta, la bionda, il biondo e il baffo dei Ricchi e Poveri.

A 39 anni dall'uscita di Marina dal gruppo, eccoli di nuovo tutti al festival, dove presentano anche il nuovo singolo, «L'ultimo amore», cover di «Everlasting love (anno 1968)», in una nuova versione inedita.

Storici abiti in passerella per i 70 anni del Festival di Sanremo

Tornare alla home page

ANSA