Sean Connery, parla la moglie: «Era affetto da demenza»

CoverMedia

2.11.2020 - 09:32

Micheline Roquebrune racconta le ultime ore di vita del divo di James Bond.

Sean Connery ha lottato contro una forma di demenza negli ultimi anni della sua lunga vita.

A rivelarlo è stata la moglie, la vedova Micheline Roquebrune, che ha rotto il silenzio a pochi giorni dalla scomparsa dello storico interprete di James Bond, morto a 90 anni.

«Non era più vita - ha dichiarato al Mail on Sunday -. È stata dura per lui. Non riusciva più a esprimersi ultimamente… Il suo ultimo desiderio, di andarsene senza troppo clamore, è stato esaudito».

Sean si è spento durante il sonno.

«È morto nel sonno ed è stato pacifico. Sono rimasta con lui tutto il tempo, se n’è andato serenamene. Come voleva lui».

Connery è morto nella sua proprietà nelle Bahamas.

Sean si era ritirato dalla scena cinematografica nel 2005. Il suo primo matrimonio, con l’attrice Diane Cilento, è durato 11 anni, dal 1962 al 1973. Dalla Cilento, deceduta nel 2011, Connery ha avuto un figlio, Jason.

Con Micheline era sposato dal 1975.

Tornare alla home page

CoverMedia