Taylor Swift accusa Trump: «Vuole truccare le elezioni»

CoverMedia

17.8.2020 - 13:10

Le nuove regole sul servizio postale imposte dal presidente degli Stati Uniti d’America hanno fatto infuriare la popstar.

Taylor Swift si è scagliata contro Donald Trump per via delle recenti misure adottate sul servizio postale.

Il presidente ha già dichiarato di non voler stringere nessun tipo di accordo con i Democratici sul finanziamento al sistema postale americano.

Senza quel denaro votare per posta sarà molto più difficile e per molte persone, data l’emergenza coronavirus, sarà impossibile recarsi di persona ai seggi.

«Lo smantellamento calcolato del sistema postale di Trump dimostra chiaramente una cosa: sa benissimo che non lo vogliamo come nostro presidente», ha scritto la cantante su Twitter. «Ha scelto di barare apertamente e mettere le vite di milioni di americani a rischio nel tentativo di mantenere il potere».

«L’incapacità di Donald Trump ha peggiorato gravemente la crisi in cui siamo e lui ora sta sfruttando questa cosa per sovvertire e distruggere il nostro diritto a votare e votare in sicurezza. Richiedete in anticipo la scheda elettorale. Votate in anticipo».

Qualche giorno fa l’ultima decisione di Trump è stata criticata da un altro cantante, Jason Mraz.

«Manomettere le elezioni è illegale. Lo è anche la frode postale... Assicuriamoci che il direttore delle poste e il presidente siano ritenuti responsabili delle loro azioni a cominciare da un cambio di personale alla Casa Bianca», ha scritto su Instagram.

Le elezioni presidenziali 2020 sono fissate al prossimo 3 novembre.

Tornare alla home page

CoverMedia