Intervista

Virginia Raffaele e il successo: «Fu un inizio molto rock 'n roll»

Covermedia

1.3.2022 - 16:30

Virginia Raffaele

L'attrice e imitatrice è cresciuta al luna park dell'Eur a Roma, fondato negli anni 50 dai suoi nonni.

Covermedia

1.3.2022 - 16:30

La comicità di Virginia Raffaele ha origini lontane. Pochi lo sanno, ma l'attrice e imitatrice deve infatti la sua indole buffonesca anche al posto dove è cresciuta, ovvero al luna park dell'Eur a Roma, fondato negli anni '50 dai suoi nonni.

«Sono nata e cresciuta dentro un luna park, facevo i compiti sulla nave pirata, cenavo caricando i fucili, il primo bacio l'ho dato dietro il bruco mela. Poi il parco ha chiuso e le giostre sono scappate», racconta Virginia Raffaele nella sua intervista a Il Corriere della Sera.

Oltre a trascorrere giornate indimenticabili tra navi pirata e bruchi mela, la 41enne ha fatto su quel palco anche il suo debutto come imitatrice.

«Inconsapevolmente a tre anni. Montarono un palco ma i miei non mi permisero di salirci finché approfittando della loro distrazione salgo, prendo il microfono e tiro giù una bestemmia clamorosa... parte una risata collettiva, ovviamente i miei non si potevano arrabbiare, io l'avevo sentita lì da qualcuno. Fu un inizio molto rock 'n roll».

E aggiunge: «Le imitazioni sono state incidentalmente il mio biglietto da visita, il mio successo è partito da lì, grazie ai Gialappi e a «Mai dire grande fratello» ho trovato il gusto della parodia – spiega la Raffaele -, una chiave personale per reinterpretare il carattere di un personaggio pubblico. Però io ho studiato per fare l'attrice, è bello spaziare, è divertente variare, sei tu che rendi il tuo lavoro senza limiti».

Covermedia